Ciclismo, buon debutto iridato per Andrea Piras

ciclismo, mondiali 2019

Ciclismo, l‘atleta del primo anno, brianzolo del sodalizio piacentino-bresciano si è messo in evidenza nella cronometro Juniores

blank

Una bella prova e un’esperienza preziosa per un atleta come lui al debutto assoluto in un Mondiale e al primo anno in categoria. E’ da applausi la prestazione di Andrea Piras alla cronometro Juniores di lunedì nel Mondiale su strada nello Yorkshire (Gran Bretagna).

L’atleta brianzolo del sodalizio piacentino-bresciano Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco Baiocchi Alchem Cadeo Carpaneto è salito in sella affrontando in maglia azzurra la prova contro il tempo di categoria, ospitata dalla città di Harrogate con due giri di un circuito per un totale di quasi 28 chilometri.

Piras era inserito nel primo blocco dei partenti ed è stato il terzo a prendere il via, riuscendo con grande costanza a far registrare il secondo tempo in ognuno dei tre intermedi e anche al traguardo finale, fermando il cronometro sul tempo complessivo di 40 minuti 46 secondi e 24. Poi via via i vari blocchi, con tanti “big” sugli scudi, mentre il talento lombardo della nazionale azzurra ha chiuso al 23esimo posto in classifica.

A seguirlo da vicino e a incitarlo da vicino, Laura Otelli e Matteo Freguglia, uno dei direttori sportivi della formazione Juniores targata Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco Baiocchi Alchem Cadeo Carpaneto.

Le parole di Piras

“Andrea – spiega Freguglia – ha offerto una bella prestazione; nell’arco della gara, ha avuto una buona gestione di corsa e nel finale è anche riuscito a incrementare l’andatura”. Poi la parola passa al protagonista. “Come atleta del primo anno  – afferma Piras – sono venuto qui per fare esperienza. Alla vigilia avevo chiesto consigli ai professionisti azzurri su come affrontare questa cronometro e mi hanno consigliato di preservare un po’ di energie per il secondo giro, dove dare tutto Nel complesso, credo di essermi gestito molto bene e nella seconda tornata ho dato tutto”.

Per l’Italia, prima medaglia ed è oro con Antonio Tiberi, dopo una partenza ad handicap e una straordinaria rimonta. Sesto il campione europeo Andrea Piccolo.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank