Proprietari indisciplinati e negligenti, arrivano i corsi (anche obbligatori) per la gestione del cane

A Piacenza sono attualmente presenti circa 10.800 cani (quasi 1.500 iscritti solo nell’ultimo anno).

blank

Questo dato, estrapolato dall’Anagrafe canina regionale, si riferisce agli animali ufficialmente registrati presso l’Ufficio Anagrafe del Comune e presso i veterinari privati.

L’iscrizione all’Anagrafe canina (tra l’altro completamente gratuita) è il primo passo da compiere quando si decide di accogliere un cane nella propria famiglia, valutando con attenzione la scelta della razza e il carattere dell’animale che si va ad acquisire.

Si è rilevato, ultimamente, un incremento per alcune razze che sembra seguire un andamento “di moda”. A Piacenza si contano ad esempio 260 Jack Russell, 230 labrador e 130 pittbull, considerando inoltre che non è possibile quantificare quanti siano i relativi incroci.

La gestione di un cane può non essere semplice anche quando si tratta di taglie piccole. Non si può generalizzare, ma ci si deve informare sulle reali necessità di qualsiasi animale si decida di detenere. Soprattutto nel caso dei cani, è importante conoscere il loro linguaggio e può essere d’aiuto alla “detenzione consapevole” un minimo approfondimento sulle caratteristiche delle razze.

Anche a seguito degli ultimi episodi di gestione “scorretta” (pericolosa per il cane stesso o per gli altri), segnalati all’Ufficio Tutela Animali, alla Polizia Locale o alle Guardie Zoofile, l’Amministrazione comunale ha pensato di organizzare entro quest’anno un corso formativo dedicato alla gestione del cane, che si terrà presso il canile municipale con l’intervento di figure specializzate, veterinari e comportamentalisti.  

blank

Alcune lezioni saranno dedicate alle varie razze (molossoidi, cani da caccia, cani da guardia, ecc).

La partecipazione al corso (gratuito) sarà su base volontaria, per i proprietari (o futuri proprietari) residenti nel comune di Piacenza.

L’obbligatorietà della formazione potrà tuttavia essere disposta con ordinanza sindacale emessa a seguito di verificata “scorretta gestione” del cane, ad esempio per mancato rispetto del benessere dell’animale, cani lasciati liberi in luoghi pubblici, disturbo o altre inosservanze al Regolamento comunale per la Tutela degli animali da compagnia.

Al termine del corso non è previsto un esame, ma sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Lo scopo di questa formazione è quello di favorire la diffusione della cultura cinofila, improntata al rispetto degli animali e delle regole di convivenza civile in seno alla comunità.

Questi i dati riguardanti la gestione del canile di Piacenza tra il 1° gennaio 2019 e il 1° giugno 2021, che denotano problematiche relative alla detenzione e cura degli animali domestici sul territorio urbano e per le altre 11 municipalità convenzionate nella nostra provincia:

– cani entrati in struttura, sprovvisti di chip: 84

– rinunce di proprietà: 102

– cani sottoposti a sequestro giudiziario: 22

– cani catturati con chip: 156

Il numero dei cani vaganti senza microchip appare stazionario rispetto a periodi omologhi, mentre si nota un incremento nelle rinunce di proprietà legate alla gestione del cane in ambito familiare.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank