Liberali, l’unità posa solo su una precisa strategia condivisa

blank

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’associazione Liberali Piacentini.

blank

Nella drammatica e persistente situazione sanitaria che ha caratterizzato, e continua a caratterizzare, la nostra provincia, l’Associazione dei liberali piacentini lancia un appello a tutte le forze politiche e di rappresentanza perché si compia tutti insieme un profondo esame di coscienza e si concordi, se del caso anche rivedendo opere già programmate, un criterio di spesa pubblica etica, che porti ad evitare qualsiasi spreco o spesa superflua, per concentrarsi su spese veramente utili, e più che utili, indispensabili, perché solo una conseguente, generalizzata diminuzione delle tasse e dei tributi locali potrà permettere la rinascita della terra piacentina.

La diminuzione generalizzata delle tasse locali e dei costi dei servizi pubblici o parapubblici è il primo più importante punto di un programma di larghe, e lunghe, vedute che permetta di risolvere le carenze della visione ospedalocentrica della Sanità pubblica piacentina (dimostratasi largamente insufficiente – anche di attrezzature – nonostante i sacrifici importanti richiesti agli operatori), nella preconcetta trascuranza per gli operatori privati di base.

Si richiede oggi – alla luce di quanto è successo, a Piacenza in ispecie – un realistico impegno comune. Non sono apodittici appelli all’unità, che oggi servono ed urgono, sibbene una strategia, ancor oggi mancante, di valorizzazione nel continuo del nostro territorio, al di là di scenici spot che lasciano quest’ultimo povero come prima. Solo una strategia di lungo periodo, sanitaria ma non solo, può permettere alla nostra terra di ritornare a posizionarsi ai livelli ai quali era ancora posizionata solo qualche decennio fa.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank