Matteassi prepara il Piacenza alla trasferta di Fano: “Pensiamo partita dopo partita. Domenica una battaglia” – AUDIO

matteassi, piacenza calcio, fano

Luca Matteassi è la voce del club. Il Piacenza calcio prosegue con il silenzio stampa parziale, ed è l ‘ex capitano di mille battaglie che fa da ponte tra la stampa e lo spogliatoio biancorosso.
Uno spogliatoio che è tornato a sorridere dopo le due vittorie in fila tra campionato e coppa, ma che deve rimanere concentrato sull’impegno di Fano e sulla successiva fatica contro l’Imolese: sarebbero 9 punti d’oro.

blank

Radio Sound blank blank blank

Domenica è il turno dei marchigiani, che a fronte di una classifica deficitaria possono vantare un gioco sempre spumeggiante. La proposta di mister Gaetano Fontana prevede sempre l’utilizzo del pallone, il che potrebbe aiutare i biancorossi in due fattori: la riconquista e togliere responsabilità.

Non ci sarà Daniele Cacia, ancora fermo per il problema al polpaccio, ma potrebbe recuperare Alessio Sestu. L’ex Chievo difficilmente partirà dal primo minuto, con Cattaneo e Sylla che scalpitano per un posto vicino a Paponi. Assenza forzata per Del Favero (convocato in nazionale u21) con Bertozzi che giocherà al suo posto, mentre Bolis dovrebbe prendere il posto di Nicco. Per il resto tutti confermati, a meno di sorprese preparate in gran segreto dal tecnico di Vernasca.

La diretta di Fano-Piacenza calcio sarà su RadioSound, dalle 15:00 di domenica.

Le parole di Luca Matteassi nell’episodio bis di Bianco e Rosso

“Ho visto giocare il Fano diverse volte e garantisco che hanno grande qualità: non sono strutturati però sono molto tecnici. Sicuramente l’ultima posizione in classifica denota dei problemi, ma noi dobbiamo pensare solo ai tre punti. Se vogliamo avvicinarci alle zone alte, c’è da vincere”.

Quanto è insidiosa la trasferta da 1 a 10?

11. Loro sono ultimi in classifica, e faranno la partita della vita perché vogliono rimanere attaccati al treno della salvezza. Arrivano da 5 sconfitte consecutive, ma di fronte si troveranno una squadra che vuole arrivare più in alto possibile e quindi vuole la vittoria”.

Le assenze pesano nella valutazione della stagione?

“Chi ha giocato si è sempre impegnato al massimo ed ha fatto di tutto per il bene del Piacenza, quindi non dobbiamo guardare alle assenze e cercare alibi. Ci dispiace che con la Fermana e la Vis Pesaro non siano arrivati punti, però è inutile piangere sul latte versato”.

In 10 giorni vi giocate due partite chiave ed il turno di coppa. E’ un momento delicato?

“Il calendario dei prossimi due turni è abbordabile solo sulla carta perché ogni partita è veramente dura. Noi, però, non dobbiamo guardare al calendario ma solo al Fano. Domenica sarà una battaglia e, finita quella, poi si potrà pensare al futuro”.

Di seguito l’intervista completa a Luca Matteassi, direttore sportivo del Piacenza calcio

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank