Piacenza, Scazzola: ”Abbiamo provato a giocare, ma siamo stati poco incisivi” – AUDIO

Scazzola
Piacenza 24 WhatsApp

Dopo la bella vittoria contro il Sudtirol, il Piacenza non riesce a replicare e al ”Città di Gorgonzola” è fermato sullo 0-0 dai padroni di casa della Giana Erminio. Su un campo ai limiti della praticabilità, i biancorossi hanno provato comunque a giocare, ma senza riuscire a finalizzare e a portare a casa i tre punti. Un po’ di amaro in bocca è lasciato anche dall’errore dal dischetto di Rabbi a fine primo tempo, che avrebbe potuto cambiare l’inerzia dell’incontro a favore della squadra di Cristiano Scazzola.

Ad analizzare il match ai microfoni di Radio Sound è proprio l’allenatore del Piacenza Scazzola:

Campo difficile

Il campo era osceno, ma abbiamo provato comunque a giocare a calcio al costo di prendere qualche contropiede. Loro giocavano molto in verticale sulla velocità dei loro uomini, noi forse potevamo essere un po’ più incisivi negli ultimi 30 metri. Abbiamo fatto meglio nel primo tempo, mentre nel secondo si è giocato in maniera più combattuta e abbiamo accusato un po’ di stanchezza.

Poche occasioni create

Siamo stati poco determinati e non siamo riusciti a finalizzare. Nemmeno gli episodi hanno permesso di svoltare la partita. Abbiamo rischiato poco e nell’ultima mezz’ora se avessimo avuto a disposizione Dubickas e Cesarini, avremmo potuto fare qualcosa in più.

Salvezza archiviata?

Secondo me, non ancora. Credo che adattarsi a questo campo e provare a giocare sia stata una prova di maturità. Sicuramente non siamo stati perfetti. Peccato per il rigore sbagliato.

Pro Vercelli

Affronteremo una squadra costruita e sulla carta più forte di noi. Rispetto all’andata, attaccano molto di più con verticalizzando. Ritroveremo Cesarini e speriamo di recuperare Dubickas.

Di seguito, l’intervista audio completa al tecnico del Piacenza Calcio Cristiano Scazzola:

Clicca qui per leggere i punti di vista del nostro Andrea Amorini

Radio Sound
blank blank