Smog, Piacenza non brilla nel dossier di Legambiente: polveri sottili oltre il limite per 53 giorni in un anno

Limitazioni al traffico, Laura Chiappa: “L'emergenza sanitaria da smog è gravissima, i provvedimenti sono inadeguati” - AUDIO
Piacenza 24 WhatsApp

L’emergenza smog in Italia non si arresta e si cronicizza sempre di più. Nonostante la pandemia, il bilancio del report annuale Mal’aria di città 2021 è preoccupante. Questo il commento di Legambiente al dossier annuale sull’inquinamento atmosferico. Su 96 capoluoghi di provincia analizzati nel 2020 ben 35 sono andati oltre i limiti stabiliti dalla legge per la concentrazione giornaliera di polveri sottili (Pm10).

Piacenza è tra questi e all’interno della classifica generale si posiziona al 26esimo posto tra le città più inquinate. In particolare, per quanto riguarda la nostra città, la centralina di via Giordani ha rilevato 53 giorni di sforamenti.

Tra le città peggiori ci sono Torino, Venezia, Padova, Rovigo, Treviso ma anche Milano, Avellino, Cremona, Frosinone, Modena e Vicenza. Si tratta comunque di un’emergenza che colpisce tutta Italia. Ogni anno nella Penisola, stando ai dati dell’EEA, sono oltre 50mila le morti premature dovute all’esposizione eccessiva ad inquinanti atmosferici come le polveri sottili (in particolare il Pm2,5), gli ossidi di azoto (in particolare l’NO2) e l’ozono troposferico (O3).

Radio Sound
blank blank