Punti di vista: “Abbiamo aggredito dal 1′ e gestito la partita con qualità”. L’analisi di Amorini dopo Casatese-Piacenza – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

È scientificamente provato che i “punti di vista” di Andrea Amorini siano la lettura preferita da ogni tifoso del Piacenza Calcio.

L’analisi dell’esperto di Radio Sound

Avevamo chiuso la rubrica di mercoledì dicendo che eravamo molto preoccupati per la trasferta contro la Casatese. Mai previsione fu più errata, con un Piacenza Calcio che ha “asfaltato” una squadra in serie positiva da 6 giornate, aggredendola dal primo minuto e gestendo la partita con qualità, intensità e corsa, dimostrando di aver superato quel piccolo calo di forma che la squadra aveva avuto nelle ultime due giornate.

Un Piacenza che, nella gestione Rossini, ci aveva abituato ad ottime partite, ma il primo tempo di oggi è stato decisamente il migliore della stagione. Un Piacenza Calcio molto più compatto rispetto alla partita contro la Folgore Caratese padrone del campo grazie all’aiuto degli esterni offensivi e difensivi alla costruzione dell’azione ed alla fase difensiva. Tutti perfetti, con la ciliegina sulla torta di Zini, autore di una super tripletta.

Il numero 11 nel recente passato aveva dato il segnale di essere un giocatore completamente ritrovato e di essere l’esterno più bravo nel cercare sia l’interno che l’esterno, oggi in versione goleador. Tre reti in un tempo e la seconda e la terza fotocopia con il mancino precisissimo a trovare l’angolo opposto. Nella ripresa molta gestione, il gol preso su posizione ed ancora Recino al gol, che chiude una partita mai in discussione. Dispiace per i tifosi biancorossi che non hanno potuto vedere una prestazione di cosi alto livello.

La chiosa finale

La chiosa finale è per quel piccolo gruppo di tifosi biancorossi che, nonostante le porte chiuse, hanno cercato in tutti i modi di far sentire il loro calore alla squadra fuori dallo stadio. Sono riusciti per ben due volte a farsi vedere e sentire, nonostante la zona fosse controllata in maniera importante dalle forze dell’ordine. Alla fine hanno dovuto desistere, ma a noi piace pensare che il “forza Piace” all’entrata delle squadre, rubato al silenzio assoluto della partita, abbia rappresentato una spinta importante per la vittoria della squadra.

I punti di vista di Andrea Amorini in formato video

Radio Sound
blank blank