Reparto psichiatrico nel carcere, taglio al personale sanitario: “In queste condizioni meglio la chiusura”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Reparto di Osservazione Psichiatrica presso il Carcere di Piacenza, Fp Cgil P: “In queste condizioni meglio la chiusura”

La FP CGIL Polizia Penitenziaria di Piacenza ha trasmesso una nota sia al Provveditorato regionale dell’Amm.ne Penitenziaria, sia alla Regione Emilia Romagna e all’Ausl di Piacenza. Obiettivo segnalare le criticità che si sono manifestate presso il Carcere di Piacenza nel primo trimestre del 2023 relativamente alla gestione della sezione “Reparto Osservazione Psichiatrica”.

Nello specifico – spiega Santo Guercio, Coordinatore provinciale Fp Cgil Polizia Penitenziaria – sono venute meno alcune figure professionali della medicina penitenziaria, ovvero psichiatri (ne sono rimasti due a fasi alterne), psicologi ed educatori sanitari. Tagli che causano gravi riflessi negativi anche nei confronti della Polizia Penitenziaria. Detenuti con problemi psichiatrici arrivano per un periodo di massimo 30 giorni da altri Istituti Penitenziari della Regione. La loro gestione sovraccarica i Poliziotti penitenziari in termini di carichi di lavoro, esponendoli sia a rischi professionali che per la loro incolumità.

E’ di tutta evidenza che se la Regione Emilia Romagna e Ausl locale hanno determinato un taglio drastico delle figure professionali sanitarie – conclude Guercio – non ha più ragione di esistere il Reparto ROP presso la Casa Circondariale di Piacenza. A questo punto tanto vale procedere alla chiusura definitiva e relativa sospensione delle assegnazioni di detenuti provenienti da altri Istituti, che, a questa stregua, potranno essere osservati nei rispettivi Istituti Penitenziari.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank