Serie A2 – Prova d’orgoglio per l’Assigeco Piacenza, ma il canestro di Pepe regala la vittoria a Torino: 82-84

assigeco piacenza

Si ferma a cinque il numero di vittorie consecutive dell’Assigeco Piacenza, stavolta sconfitta tra le mura di casa dalla Reale Mutua Torino. Le pesanti assenze del capitano Gherardo Sabatini e di Nemanja Gajic complicano una difficile partita che i biancorossoblu giocano con orgoglio conducendo nel punteggio per la quasi totalità del match.

Nonostante il roster rimaneggiato ragazzi di coach Salieri sfornano un’ottima prestazione, ma sul finale devono arrendersi ai puntuali canestri della formazione piemontese. MVP di serata Simone Pepe, autore di 23 punti e del canestro decisivo che pone fine ad una tra le gare più entusiasmanti del campionato. Menzione d’onore tra le fila di Piacenza per Jacopo Soviero, capace di sopperire egregiamente all’assenza di Sabatini con una performance di grande intensità e sacrificio. Sperando di recuperare il prima possibile gli infortunati l’Assigeco si affaccia al prossimo impegno stagionale, dove cercherà di ritornare alla vittoria nella trasferta di Roma.

Assigeco Piacenza – Torino 82-84

(27-20; 20-21; 19-22; 16-21)

Assigeco Piacenza: McGusty 17, Skeens 9, Miaschi 19, Cesana 13, Pascolo 15, Soviero 9, Varaschin, Gherardini NE, Franceschi NE, Joksimovic NE. All.: Salieri

Torino: Vencato 8, De Vico 6, Mayfield 10, Jackson Jr 2, Guariglia 16, Schina 5, Pepe 23, Taflaj, Poser 14, Dalle Ave NE. All.: Ciani

Le parole di coach Salieri

“La squadra ha fatto una grande prestazione. Sul finale siamo calati e non poteva essere altrimenti, la differenza l’ha fatta la panchina. Purtroppo questo è stato un problema perché nelle rotazioni abbiamo abusato la fatica. Oltre alle assenze abbiamo avuto anche qualche piccolo incidente, come la botta al volto subita da Kameron e i crampi di Soviero, che ha fatto una grande partita così come del resto tutta la squadra.

Finché abbiamo avuto le energie abbiamo fatto una partita super, poi il fatto di avere tenuto il risultato in bilico contro una delle squadre più attrezzate del campionato ci dà grande soddisfazione. In una partita che si vince di due punti valgono i dettagli, resta l’amarezza di essere arrivati a otto secondi da un capolavoro ma complessivamente sono soddisfatto della prestazione della squadra”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank