Giornata Mondiale del Donatore di Sangue 2021, la pandemia non ha fermato i piacentini. Le testimonianze dei volontari Avis – AUDIO

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue 2021, la pandemia non ha fermato i piacentini. Le testimonianze dei volontari Avis - AUDIO

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue 2021, anche il Presidente della Repubblica Mattarella ha rivolto un pensiero alle persone che, attraverso la donazione del sangue, trasmettono un segnale di condivisione e solidarietà. In particolare si rivedono in queste parole, della massima carica dello Stato, anche i volontari piacentini ospiti in diretta a Radio Sound per raccontare le loro storie legate alla donazione.

blank

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue 2021

La serie di testimonianze è iniziata con Gilberto Piroli, Presidente di Avis Provinciale Piacenza, appena eletto. 49 anni, fiorenzuolano, di professione artigiano, il neo-Presidente ha alle spalle una lunga storia dentro Avis e  guida oggi una squadra giovane e per metà al femminile. “Durante il momento più duro della pandemia ci sono stati momenti molto difficili, ma Avis ha avuto una grande forza a gestire questo periodo. In particolare è emerso quanto sia fondamentale la formazione di tutti i volontari che operano nell’associazione per mantenere un livello alto di qualità e servizio nei confronti di chi soffre e ha bisogno di un aiuto anche in momenti difficili. Proprio per questo motivo è importante ottimizzare e rafforzare il rapporto con il territorio con l’obiettivo di essere sempre più presenti nella gestione della raccolta e del dono“.

Quali sono i numeri di Piacenza e provincia?

Nel piacentino ci sono oltre 9mila donatori e durante la pandemia abbiamo avuto oltre 700 idoneità. Questo è veramente un dato importante e significativo perché identifica il grande avoro fatto da Avis nonostante l’emergenza sanitaria”.

Nel 2020 sono state quasi 15mila le donazioni fra sangue, plasma e piastrine. Numeri che confermano l’autosufficienza locale di emocomponenti e che consentono all’Avis di guardare al futuro con fiducia.

Gilberto Piroli, Presidente di Avis Provinciale Piacenza – AUDIO intervista

Bianca Tamasanu

28 anni, originaria della Romania. Residente dal 2007 a Piacenza, è impiegata in un’azienda di Fiorenzuola. In Avis dal 2014, si è convita a donare dopo un ciclo di incontri di sensibilizzazione realizzati da Avis presso il suo ex liceo (Romagnosi). 

“Sono diventata donatrice per amore nei confronti del prossimo e perché è un modo per tenere monitorata la mia salute e perseguire uno stile di vita sano e corretto: donare porta solo benefici”.

Ahmed Bendrissa

Di origine marocchine ma residente a Piacenza dal 1989. 39 anni, tornitore in un’officina meccanica, Ahmed è sposato con una signora italiana e ha una splendida famiglia. Ha una lunga storia di volontariato alle spalle, soprattutto in Pubblica Assistenza ed è donatore AVIS dal 2019.   “Ho sempre cercato di rendermi utile nei confronti della comunità che mi ha accolto”.

Patrice Simeu

35 anni, donatore AVIS di origine camerunense, studente in Medicina e residente a Piacenza dal 2020. Il suo sogno nel cassetto: diventare dirigente di un ospedale del Camerun e cambiare il “Sistema sangue” nel suo paese, affinché la donazione sia gratuita e a disposizione di tutti. “Dal Camerun a Piacenza, la donazione è un valore universale. Il colore del sangue è uguale per tutti

Marjan Antanasov

Laureato in Scienze Politiche all’Università di Skopje (la capitale del paese), Marjan è emigrato alla fine degli anni ’90 in Italia ed ha sempre vissuto a Piacenza, città dove ha trovato lavoro, si è sposato e ha formato una famiglia. Oggi Marjan è impiegato commerciale in un’azienda della città mentre sua moglie è medico geriatra presso l’Ausl locale e suo figlio Giorgi, diplomato al Gioia, studia Filosofia e Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Milano-Bicocca. E’ uno storico donatore Avis.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank