Baseball, la stagione di Piacenza ricomincia da Avigliana

Trasferta ad alto rischio, secondo posto per Piacenza

Il campionato di B del Piacenza ricomincia da dove era terminato quello del 2018. Ad Avigliana i biancorossi avevano chiuso lo scorso campionato con il recupero che a ottobre garantì la salvezza ai piemontesi. Domenica, sempre in Val Susa, inizia per la squadra di Kevin Nieves un’altra avventura densa di aspettative (gara1 alle 11 – gara2 alle 15.30).

Esordio da non snobbare visto che in passato la squadra torinese ha spesso reso vita dura ai nostri. Ultima in ordine di tempo la sconfitta al Memorial De Benedetti due settimane fa. Un Avigliana che ha cambiato poco e presumibilmente lotterà per non retrocedere. Mentre i biancorossi, sotto sotto, ambirebbero a qualcosa di più sostanzioso di un onorevole piazzamento. Per far ciò occorrerà partire col piede giusto, scacciando i luoghi comuni che, come detto, vedrebbero negli odierni avversari una sorta di bestia nera.

Il precampionato ha riservato luci e ombre ad un Piacenza che deve ancora scoprire le sue reali potenzialità. Le incognite sono per lo più rappresentate dei volti nuovi arrivati a completare la rosa. Purtroppo alcuni infortuni hanno rallentato la preparazione di qualche elemento. Ad Avigliana la rosa non sarà al completo o, nella migliore delle ipotesi, recupererà sul filo di lana alcuni dei reduci da contrattempi fisici.

Ad ogni modo nessun alibi. Perchè la consapevolezza è quella di poter confidare su di un gruppo in grado di affrontare ogni impegno con le carte in regola. Il girone si presenta molto impegnativo. D’altra parte il campionato di B è tra i più agguerriti e imprevedibili. Ci vorrà certamente più di una giornata prima di intuire i veri valori in campo.

Volendo rischiare brutte figure si può azzardare un timido pronostico che vorrebbe Codogno, Milano e Crocetta poste un gradino più in alto rispetto alla concorrenza. Consapevoli che sarà poi il campo a decretare sentenze, l’auspicio è quello di trovare un Piacenza capace di rimanere in gruppo in attesa dei momenti decisivi che anche quest’anno caratterrizzeranno l’estate del baseball.