Karate Piacenza Farnesiana-Acrobatic: il racconto dell’esperienza epidemiologica

karate piacenza farnesiana

Il racconto dell’esperienza con il covid-19 del Karate Piacenza Farnesiana

Radio Sound blank blank blank

Sembra che ormai manchi poco per la ripresa degli allenamenti degli sport di contatto in tutta Italia. Infatti in sei regioni hanno consentito la ripresa degli sport di contatto quali calcetto, arti marziali, pugilato, malgrado il parere ancora contrario del Comitato Tecnico Scientifico.

Abbiamo intervistato il direttore tecnico del Karate Piacenza Farnesiana – Acrobatic plurititolata società di karate affiliata alla FIJLKAM unica Federazione riconosciuta dal CONI.

Per l’emergenza Covid abbiamo interrotto gli allenamenti degli amatori il 22 febbraio 2020 (oltre 150 tesserati) e abbiamo proseguito con gli agonisti fino al 7 marzo 2020 in quanto la normativa lo consentiva seguendo particolari protocolli.

Dopo il 7 marzo 2020 era impossibile poter allenarsi e abbiamo iniziato pochi giorni dopo gli allenamenti a distanza utilizzando una piattaforma on-line.

La commissione tecnica composta da me, dall’allenatore Pier Paolo Cagnoni e dal tecnico Giorgio Livelli ha diretto e coordinato gli allenamenti da casa per quattro volte alla settimana suddividendo le classi di età e distinguendo logicamente gli allenamenti fra amatori e agonisti.

Fondamentale è stato l’apporto in qualità di modelli di prestazione di quattro nostre atlete d’eccezione quali Camilla e Martina Boselli, Giulia Ghilardotti e Valentina Maini.

Lo scopo principale era mantenere i rapporti con gli allenatori e con i compagni di palestra continuando a svolgere un’apprezzabile attività tecnica.

Anche la Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM) ha svolto allenamenti on-line e seminari con la nazionale italiana ai quali i nostri atleti agonisti hanno partecipato assiduamente dimostrando grande motivazione in attesa del rientro in gara.

La difficoltà maggiore per gli atleti di karate di alto livello era dovuta al fatto di non avere il partner (compagno per effettuare gli scambi) pertanto abbiamo tarato l’allenamento sulla preparazione fisica e dal punto di vista tecnico abbiamo puntato sul lavoro inerente le combinazioni di calcio e pugno meno utilizzate dai singoli atleti, utilizzando maggiormente la guardia non preferita.

Comunque tutti gli atleti agonisti durante il lock down si sono allenati quasi tutti i giorni in casa, cortile o giardino seguendo apposite schede di preparazione fisica fornite dalla nostra società.

Una lenta ripresa per il Karate Piacenza Farnesiana

La ripresa è stata lenta. Infatti solo il 10 maggio 2020 con il DPCM del 26 aprile 2020 e l’ordinanza n.74 del 30 aprile 2020 della Regione Emilia Romagna hanno consentito l’allenamento in forma individuale di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale ed internazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento in strutture a porte chiuse. Per gli atleti di discipline sportive non individuali siamo potuti tornare in palestra con un’atleta di interesse internazionale Giulia Ghilardotti, ma è stato comunque un bellissimo momento il poter riprendere l’allenamento anche se solo con una atleta.

Giulia Ghilardotti, un giovane fenomeno

L’atleta piacentina ha compiuto da poco 17 anni, frequenta l’istituto Romagnosi e ha un curriculum agonistico davvero impressionante.

Ha conquistato il titolo di campionessa d’Italia 2020 ad Ostia (Roma) nel mese di febbraio 2020 appena prima del blocco di tutte le attività sportive. Sempre nel 2020 ha conquistato la medaglia di bronzo all’Open d’Austria e ha vinto la medaglia d’oro all’Open di Toscana.

È atleta titolare della nazionale italiana da due anni e ha partecipato con la maglia azzurra a numerosi tornei internazionali. Da ultimi del 2019 l’Open di Croazia e la Coppa del Mondo di Jesolo e ai campionati europei 2020 in Ungheria a Budapest.

Giulia ha conquistato il titolo di campionessa d’Italia anche nell’anno 2017 e 2018 e la medaglia di bronzo nell’anno 2019.

Inoltre nel 2018 ai campionati europei  che si sono tenuti in Russia a Sochi ha conquistato il titolo di vicecampionessa europea.

La tanto attesa ripresa

Finalmente a partire dal 14 maggio 2020 abbiamo potuto riprendere gli allenamenti all’aperto presso il Centro Sportivo Farnesiana, ma solo con gli agonisti. Poi dal 22 maggio 2020 abbiamo ripreso gli allenamenti sempre all’aperto con i corsi dei più giovani.

L’inizio degli allenamenti nelle palestre senza presenza di pubblico è avvenuto il 25 maggio 2020. Gli atleti agonisti per ora si allenano a distanza e ai sacchi. Solo gli atleti conviventi (ne abbiamo 8 fra gli agonisti stessi) si allenano a coppie normalmente in quanto per loro non è previsto il distanziamento sociale.

Comunque pochi giorni fa siamo riusciti a fare gli esami di passaggio della cintura e i genitori dei nostri associati hanno apprezzato la vicinanza dimostrata con gli allenamenti on-line durante il lock down, Nella ripresa degli allenamenti hanno potuto prendere atto che avevamo applicato totalmente il protocollo della nostra Federazione con la massima sicurezza.

Confidiamo che a breve anche in Emilia Romagna si possano effettuare gli allenamenti come prima dell’emergenza.. Ci stiamo comunque preparando per la ripresa agonistica prevista per settembre o ottobre.

Sono quattro i campionati italiani che erano stati rinviati ossia i campionati italiani assoluti, quelli under 21, i campionati italiani cadetti e anche il campionato italiano esordienti.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank