Val Tidone Festival 2023 al via il 14 giugno, grandi nomi come Alice e Mario Biondi – AUDIO

Val Tidone Festival 2023
Piacenza 24 WhatsApp

Presentato il Val Tidone Festival 2023, 25 artisti per 25 anni. Uno storico traguardo per il Val Tidone Festival, da festeggiare con artisti straordinari come Mario Biondi e Paolo Di Sabatino, Alice che canta
Battiato, Le Vibrazioni, Javier Girotto, Fabrizio Bosso con il suo omaggio a Steve Wonder,
Simone Zanchini, Gabriele Mirabassi, Danilo Rea, Filippo Arlia con Alessandro Preziosi,
Renato Borghetti, i Funk Off e tanti altri. Tornano anche i Concorsi Val Tidone, che
vedranno centinaia di concorrenti da tutto il mondo darsi appuntamento a Pianello dal 13 al 16
luglio.

25 anni di Val Tidone Festival – spiega Livio Bollani direttore artistico della Fondazione Val Tidone Musica – un traguardo di straordinaria importanza. Abbiamo deciso di festeggiarlo con un cartellone speciale. In particolare costruito su 25 artisti. Ci saranno volti nuovi, ma anche tanti dei
musicisti che in questi anni hanno sposato il progetto, contribuendo alla sua crescita.

Un modo per unire arte, musica e territorio

Sì. Aggiungerei anche la parola formazione. Un progetto a cui abbiamo sempre dato molta importanza. E poi il turismo legato alla formazione. Ai concorsi arrivano ad esempio giovani da tutta Italia.

Presentato il Val Tidone Festival 2023: AUDIO intervista


Il progetto, promosso dalla Fondazione Val Tidone Musica, si avvarrà del determinante sostegno
della Fondazione di Piacenza e Vigevano, che il Presidente Gianpaolo Fornasari ha voluto ringraziare a nome di tutti gli enti soci della Fondazione Val Tidone Musica.

Gianpaolo Fornasari

Quest’anno festeggiamo il 25° anniversario del Val Tidone Festival, sorto da un’idea nata a Pianello V.T. nel 1998. Il cammino culturale percorso, ad altissimi livelli, grazie al lavoro del Direttore, è un segno dell’unità d’intenti dei Comuni della Val Tidone / Val Luretta che ora sono tutti aderenti, insieme alla Provincia, alla Fondazione Musica Val Tidone. Le magnifiche serate musicali di cui hanno usufruito ed usufruiranno migliaia di persone sono state possibili grazie al determinante supporto finanziario della Fondazione di Piacenza e Vigevano che
ha sempre sostenuto il progetto e che ringrazio a nome della popolazione della Val Tidone e del
territorio. Quale Presidente ed a nome dell’intero Consiglio intendo, però, ringraziare il Presidente
della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Ing. Reggi, per il nuovo approccio con cui ha deciso di
continuare a sostenere la Fondazione Musica Val Tidone sia incrementando le risorse ma
soprattutto per l’ascolto, il contatto diretto, la rapida capacità decisionale manifestata anche con la
gradita nomina di un consigliere (il dott. Alberto Squeri) diretta espressione della Fondazione
stessa
».

Mario Magnelli

Fin dai suoi esordi, il legame tra il nostro ente e il Val Tidone Festival non è mai venuto meno –
commenta Mario Magnelli, vicepresidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano e coordinatore
della Commissione Cultura -. Dal sostegno iniziale per il suo avvio, siamo giunti ora al
venticinquennale: un traguardo importante, che mette in luce come questa manifestazione abbia
saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel disegno dell’offerta culturale del territorio e rappresenti
un valido strumento anche di promozione di una parte importante della nostra provincia
.


VAL TIDONE FESTIVAL 2023


Il cartellone principale del Val Tidone Festival, artisticamente diretto da Livio Bollani, consta quest’anno di 16 concerti, con il coinvolgimento di tutti i Comuni della Val Tidone-Val Luretta (Agazzano, Alta Val Tidone, Borgonovo Val Tidone, Calendasco, Castel San Giovanni, Gazzola Gragnano Trebbiense, Piozzano, Rottofreno, Sarmato e Ziano Piacentino), oltre che della città di Piacenza.
Gli spettacoli si svolgeranno in luoghi di particolare interesse storico, architettonico e naturalistico della vallata.

La 25ma edizione del Val Tidone Festival prenderà il via mercoledì 14 giugno dal chiostro di Santa Chiara, con il concerto di Javier Girotto e degli Aires Tango dedicato alla Fondazione di Piacenza e Vigevano, principale sostenitore del progetto-musica della Val Tidone.
Facendo esplicito riferimento alla musica di Astor Piazzolla, Javier Girotto con Aires Tango arriva ad un repertorio di musica originale in progressiva evoluzione, sia per la natura improvvisativa, sia per il continuo ricambio del materiale musicale.


Sabato 24 luglio concerto al tramonto in Riva al Po, al Guado di Sigerico a Calendasco, con l’Iguazù Acoustic Trio – nome che richiama le cascate al confine tra Brasile e Argentina e che rimanda alla passione dei membri della band per le sonorità del Sud America (Salsa, Tango, Bossanova e Samba) – che incontra la voce di Paola Folli in un progetto in sospeso tra tradizione e modernità, solidità e innovazione, eleganza e potenza.


La rassegna proseguirà venerdì 30 luglio a Trevozzo con il Midnight Munch Project del Tiziano Chiapelli Sextet, progetto che nasce dall’idea di proiettare la fisarmonica in una dimensione afroamericana, consentendole di spaziare dal funk al blues e di dialogare con la voce e con strumenti già pienamente collaudati nel genere.


Sabato 1° luglio alla Tenuta Santa Giustina si terrà invece un evento riservato, un concerto ad inviti a cura del Comune di Pianello Val Tidone, celebrativo dei 25 anni del Val Tidone Festival, di cui sarà protagonista il poliedrico pianista abruzzese Michele Di Toro.


Doppio compleanno domenica 2 luglio ad Agazzano, con l’Orchestra Luigi Cremona che festeggia i 50 anni e lo Spirit Gospel Choir che spegne le sue prime 10 candeline. Per l’occasione i due direttori, Carlo Pisani e Andrea Zermani, hanno pensato ad un concerto speciale, un progetto dedicato alla musica da film, con colonne sonore rimaste memorabili nella storia del cinema e sodalizi artistici celebri come quello di Ennio Morricone e Sergio Leone.


Giovedì 6 luglio a Sarmato, davanti alle mura del millenario castello, il Quartetto di Fabrizio Bosso renderà omaggio al genio musicale di Stevie Wonder.
L’energia e la vitalità di Stevie Wonder, la forza espressiva delle sue più celebri ballad, la tecnica e
il lirismo della tromba di Bosso, la cura degli arrangiamenti e la personalità musicale dei membri del
quartetto verranno incastonate in un repertorio che prevede alcune delle canzoni più significative di
Wonder, dalla fine degli anni Sessanta fino all’ultima pubblicazione del 2004: Another Star, Isn’t
She Lovely, My Cherie Amour, Sir Duke, Moon Blue.


Martedì 11 luglio arrivano a Castel San Giovanni Le Vibrazioni, la storica band di Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda.
Formatesi nel 1999, Le Vibrazioni sono una fra le più longeve band del panorama musicale italiano. Con cinque album all’attivo, protagonisti da sempre delle classifiche italiane, vantano 30 singoli in Top 20, oltre un milione di copie vendute complessivamente e milioni di spettatori ai loro concerti.

Dopo quattro giorni di audizioni (dal 13 al 16 luglio), domenica 16 luglio alle ore 19.15 al Teatro di Pianello Val Tidone si terrà il Gala dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone e verrà decretato il vincitore del Premio “Enrica Prati”, intitolato alla memoria dell’editrice di Libertà.


Martedì 18 luglio il live tour “Eri con Me – Alice canta Battiato” farà tappa a Gragnano Trebbiense, nel parco di Villa Marchesi. Alice, accompagnata da Carlo Guaitoli al pianoforte e da Chiara Trentin al violoncello, presenterà alcuni brani tratti dal nuovo album, come Da Oriente a Occidente e Sui giardini della preesistenza, e altri che invece da molto tempo appartengono al suo repertorio live e discografico, come La cura. Ascolteremo brani dai diversi periodi compositivi di Battiato, composizioni nate dalle sue collaborazioni con Alice e scritte insieme a lei, come Per Elisa, i loro duetti (tra cui I treni di Tozeur) e i pezzi che Battiato ha scritto più recentemente per Alice, come Veleni ed Eri con me, che dà il titolo all’album e al tour.


Nel 2023 i Funk Off festeggiano il venticinquesimo compleanno, proprio come il Val Tidone Festival, e lo faranno sabato 22 luglio in Piazza Umberto I a Pianello con la cantante Nadyne Rush come special guest.

Dopo 25 anni di attività la più importante e spettacolare marchin’ band italiana continua ad essere una travolgente macchina ritmica, capace di mescolare lo spirito delle brass band di New Orleans con il funk. I Funk Off non solo sono stati la prima formazione del genere in Italia, ma hanno letteralmente dato un senso nuovo alla definizione di marchin’ band, legando il groove della black music ad arrangiamenti di tipo jazzistico, stile e cantabilità italiana a movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo.

«L’Africa mi ha sempre appassionato molto. I suoni, i colori e i ritmi tribali africani mi trasmettono delle forti emozioni. In questo disco ho provato ad unire queste cose con la musica che amo da sempre, cioè il blues, il jazz, il funky…». Con queste parole il sassofonista Alessandro Bertozzi definisce il progetto discografico “Trait d’Union”, da cui deriva il live tour che farà tappa a Piozzano domenica 23 luglio. Il concerto è un viaggio tra brani inediti ed evergreen, cover conosciute dal grande pubblico, rivisitate con le sonorità e i ritmi afro-jazz di Bertozzi e della sua Band.


Il filone dei compleanni proseguirà martedì 25 luglio a Seminò, con il sessantesimo di Renato Borghetti, star internazionale della fisarmonica diatonica che torna in tour in Europa dopo anni.

Venerdì 28 luglio a San Nicolò festeggeremo anche il centesimo anniversario della nascita di Franco Zeffirelli: lo spettacolo “Franco Zeffirelli, 100 anni di genio ribelle” è un viaggio nella vita del Maestro, interpretato da Alessandro Preziosi che farà proprie le parole di Zeffirelli, tratte dalla sua autobiografia.
La parte musicale, affidata al violoncello di Francesco Mariozzi e a Filippo Arlia al pianoforte, è basata su composizioni originali per lo spettacolo di Livio Bollani, che si è occupato anche della selezione dei testi, Alfredo Cornacchia, Francesco Fortunato, e su brani che Alessio Vlad scrisse per i film di Zeffirelli.
Il duo composto da Simone Zanchini e Gabriele Mirabassi venne tenuto a battesimo dal Val Tidone Festival nel 2018. Da quel primo concerto ne sarebbero seguiti tanti altri, con un progetto di straordinario successo suggellato dalla realizzazione del disco “Il gatto e la volpe”.

La trasversalità musicale che contraddistingue Zanchini e Mirabassi, che per il 25mo del Val Tidone Festival torneranno in quartetto sabato 29 luglio a Corano, permette loro di esprimersi con facilità
da sempre sia nel mondo del jazz, sia in quello della musica classica. In questo duo – fisarmonica e clarinetto – la goliardia dei ritmi del Sud America e la profondità pulsante del vecchio swing si mescolano alle sonorità di un jazz odierno e moderno, espresso nello stile compositivo di entrambi.

Doppio concerto venerdì 4 agosto a Pecorara, con il Quartetto di Paolo Di Sabatino e
l’inconfondibile voce di Mario Biondi, guest star della serata.
Lo stile pianistico lirico e cristallino di Paolo si sposa alla perfezione con il carattere melodico e ricco di pathos delle sue composizioni originali. Di Sabatino, oltre a 30 album da leader, vanta partecipazioni al Festival di Sanremo e svariate collaborazioni con nomi importanti del pop. In questo progetto si ricongiunge con l’amico Mario Biondi, artista unico nel suo genere, riconosciuto dal grande pubblico come una delle voci più belle e affascinanti del panorama internazionale.

Il Castello di Rivalta è uno dei luoghi simbolo del piacentino, una nuova location per il Val Tidone Festival dove, dopo il concerto di anteprima dei festeggiamenti per i 25 anni del progetto-musica della Val Tidone dello scorso anno, martedì 8 agosto si terrà il concerto di chiusura della 25ma edizione del Festival. Protagonista del concerto Danilo Rea, che omaggerà Fabrizio De André, uno dei capisaldi della canzone d’autore italiana. Con le sue canzoni dissacranti e piene di storie di anime nere, corrotte e perse, rivoluzionò la musica italiana. Da allora la forza e l’attualità delle sue straordinarie canzoni sono rimaste immutate, non solo per la poesia e la verità che trasudano dai suoi testi, ma anche per la straordinaria forza della sua musica.


Il sito ufficiale della manifestazione.

    Iscriviti per rimanere aggiornato!

    Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

    Radio Sound
    blank blank