Serie A2 – Rimini passa sull’Assigeco Piacenza: 83 a 78 il finale

Rimini Assigeco Piacenza
Piacenza 24 WhatsApp

L’Assigeco Piacenza non riesce nella rimonta e cade in quel di Rimini, con i padroni di casa che si impongono 83 a 78 nella dodicesima giornata del girone ROSSO di Serie A2.

Ascolta l’Assigeco Piacenza in diretta

In un ennesimo finale punto a punto non arriva la vittoria esterna per l’UCC Assigeco Piacenza. Sul parquet del PalaFlaminio di Rimini, la truppa di coach Salieri insegue per tutto l’incontro i padroni di casa restando però sempre a contatto, giocandosi un importante successo in trasferta negli ultimi minuti di gioco. Fatali ai biancorossoblu le basse percentuali in lunetta (15/23 complessivo) nonostante ben quattro giocatori in doppia cifra, tra cui 17 punti di Sabatini e 16 di Miller, oltre alla doppia-doppia di Skeens (10 punti, 11 rimbalzi). Bisogna archiviare presto questa sconfitta, perché i biancorossoblu scenderanno in campo già mercoledì sul parquet di casa per il turno infrasettimanale contro l’Apu Old Wild West Udine.

PRIMO QUARTO

Sono di Veronesi e Johnson i primi due punti della serata, seguiti dal canestro di Skeens su assist su Sabatini e dalla tripla di Querci. Anumba si carica sulle spalle l’attacco di Rimini con sette punti consecutivi, ma dall’altra parte Sabatini non sbaglia in penetrazione (9-9 al 3’). Il mini-parziale di 0-6 biancorossoblu obbliga coach Dell’Agnello al time-out, con la pausa che fa molto bene ai padroni di casa, che rispondono con contro-break di 11-0 trascinati da un positivo Tomassini. L’Assigeco non riesce più a segnare: dopo i primi dieci minuti di gioco è 20-15 al PalaFlaminio.

SECONDO QUARTO

Con i bersagli di Masciadri e Scarponi i padroni di casa arrivano a toccare il + 9, ma Piacenza è brava a interrompere il parziale con un magnifico assist di Bonacini per la bomba di Serpilli. Dopo il canestro di Marks i biancorossoblu si riavvicinano prepotentemente fino a riportarsi sul -1 con il secondo arcobaleno vincente di Serpilli (26-25 al 15’), prima del botta e risposta tra Anumba e Sabatini che lascia avanti i romagnoli. Due punti di Simioni, Sabatini alza il lob per Skeens che inchioda con la bimane e Miller brucia la retina impattando il punteggio sul 34-34. Masciadri segna dai sei e settantacinque, poi Bonacini si inventa un canestro tutt’altro che semplice mandando le due squadre all’intervallo lungo sul 37-36.

TERZO QUARTO

Parte forte Rimini con Marks e il tap-in in schiacciata di Johnson, ma l’Assigeco risponde con Sabatini prima e Skeens poi (41-40 al 23’). Secondo tentativo di fuga della serata per i romagnoli, che volano sul +12 con due triple di Grande, oltre ai canestri di Johnson e Simioni, costringendo coach Salieri alla pausa forzata. Il time-out porta i suoi frutti, con Sabatini e Bonacini che confezionano un parziale di 5-0, ma continua a volare sulle onde dell’entusiasmo Rimini, riportandosi sopra la doppia cifra di vantaggio grazie alle triple di Marks e Masciadri (60-46 al 28’). L’uno su due in lunetta di Sabatini e la tripla di Veronesi chiudono il terzo quarto, con Piacenza che insegue 60-50.

QUARTO QUARTO

Botta e risposta da oltre l’arco tra Miller e Tomassini, replicato anche nel cuore dell’area. Quattro punti consecutivi di Gallo rimettono l’Assigeco sotto di sei lunghezze, ma Grande dall’altra parte infila la quarta tripla della sua serata (68-59 al 34’). Ancora Miller da tre, che pochi minuti più tardi

si inventa una giocata da capogiro del nuovo -5 (72-67 al 37’). Ennesimo finale punto a punto: Veronesi e Sabatini combinano un tre su quattro in lunetta ma Rimini segna da tre con Anumba. Gallo e Sabatini riportano sotto di tre punti l’Assigeco, che con Veronesi ha in mano tre tiri liberi della possibile parità. Il numero sedici però segna solo il primo dei tre tentativi, con la seguente lotteria dei tiri liberi che premia i romagnoli. Altro risultato amaro per Piacenza: al PalaFlaminio il match termina 83-78.

DATI STATISTICI

Rivierabanca Basket Rimini: Alessandro Grande 13 (4/9 da tre), Derrick Marks 11 (4/6, 1/3), Simon Anumba 18 (4/7, 3/4), Justin Johnson 6 (3/6, 0/1), Alessandro Simioni 7 (2/2, 1/4); Giovanni Tomassini 18 (2/3, 3/8), Andrea Tassinari 0, Alessandro Scarponi 2 (1/2 da due), Stefano Masciadri 8 (1/3, 2/4). Ne: Marco Mari, Giacomo Bonzi, Simone Bonfò.

Allenatore: Sandro Dell’Agnello (assistenti: Mauro Zambelli, Larry Middleton).

UCC Assigeco Piacenza: Gherardo Sabatini 17 (4/10, 2/2), Lorenzo Querci 6 (1/1, 1/3), Giovanni Veronesi 10 (1/3, 1/9), Malcolm Miller 16 (1/2, 4/8), Brady Skeens 10 (4/6 da due); Filippo Gallo 6 (2/3 da due), Niccolò Filoni 0 (0/1 da tre), Michele Serpilli 6 (0/2, 2/4), Federico Bonacini 7 (2/2, 1/3), Ursulo D’Almeida 0.

Allenatore: Stefano Salieri (assistenti: Humberto Manzo, Alessandro Susino).

DICHIARAZIONI ALLENATORE

“È stata una partita molto combattuta. Rimini è un’ottima squadra e ha meritato di vincere perché ha sempre condotto, noi recriminiamo su degli episodi che alla fine hanno deciso la partita. Sono contento di quello che la squadra ha fatto sul campo, anche se abbiamo avuto degli up and down, però abbiamo giocato un secondo e un quarto periodo di grande sostanza. Ci sono delle differenze minime su tutto: abbiamo fatto e disfatto contro una squadra che ha giocato bene. Tanti i liberi sbagliati. Di positivo possiamo tenerci una prestazione discreta e il fatto di aver mantenuto la differenza canestri. Non sono contento dell’arbitraggio: non abbiamo perso per questo ma non è stato all’altezza delle due squadre in campo. Ci sono episodi decisivi nel finale così come su Miller che lasciano l’amaro in bocca”.

Radio Sound
blank blank