Da Lodi a Piacenza per spacciare, arrestato 18enne

Un giovane pusher di 18 anni, nato a Milano, residente in provincia di Lodi, pregiudicato, è finito in manette. Ad arrestarlo i carabinieri della Stazione di Piacenza Levante. Deve rispondere di spaccio di droga nei pressi della stazione ferroviaria.

Gli uomini della Levante stavano svolgendo, in abiti civili, un servizio di osservazione e monitoraggio di noti tossicodipendenti. Soggetti che sovente nelle prime ore pomeridiane si aggirano nella zona compresa tra via Roma, Giardini Margherita e stazione ferroviaria. Verso le 13:30 notavano uno straniero di origini magrebine, già a loro noto quale assuntore di sostanze stupefacenti, dirigersi verso il centro commerciale Borgo Faxhall.

Dopo essersi guardato intorno si avvicinava ad un giovane italiano. I due dopo una breve conversazione tra loro, si accorgevano di essere monitorati e provavano ad allontanarsi velocemente. Gli uomini della Levante però intervenivano prontamente e li fermavano immediatamente. Considerato l’atteggiamento ambiguo tenuto dai due li perquisivano.

Il 18enne, nascosti negli indumenti intimi, aveva addosso due involucri di plastica che contenevano complessivamente quasi 30 grammi di hashish e nel portafoglio aveva 330 euro di denaro contante – somma ritenuta provento di spaccio.

Nello zaino poi nascondeva anche un dissuasore elettrico funzionante (taser). Lo hanno così portato in caserma e dopo le formalità di rito lo hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato per porto di armi o oggetti atti ad offendere. Veniva quindi trattenuto presso la camera di sicurezza di Via Beverora in attesta del rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Piacenza previsto per la giornata odierna.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank