Studenti piacentini a lezione di educazione finanziaria con la Banca di Piacenza

A palazzo Galli si parla di cani e diritti

Oltre cento studenti delle scuole secondarie di II grado di Piacenza e Provincia saranno ospitati, il prossimo 11 ottobre, nella splendida cornice di Palazzo Galli; un incontro per avvicinarsi ai temi dell’educazione finanziaria; grazie all’incontro organizzato da Banca di Piacenza, FEduF- Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio (ABI) e Istituto Bruno Leoni.

La mattinata rientra negli eventi di #OttobreEdufin2019; il mese dell’educazione finanziaria promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria; vuole essere, per gli studenti piacentini, un’occasione di riflessione e sensibilizzazione sui temi del valore del denaro. Ma anche un approfondimento sui meccanismi della scelta, la più basilare delle operazioni economiche.

“Scoprire quali siano i più comuni automatismi che influenzano le nostre scelte economiche” commenta Corrado Sforza Fogliani, Presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza e Vice Presidente della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio.

“E’ il primo passo per saper comprendere le decisioni di politica economica che influenzano direttamente la nostra vita e aumentare la nostra consapevolezza nel momento in cui affrontiamo decisioni economiche importanti per il nostro futuro”.

La parola agli esperti

Durante l’incontro, condotto dagli esperti dell’Istituto Bruno Leoni, insieme ai divulgatori della FEduF, i ragazzi saranno stimolati a ragionare sia sulle dinamiche cognitive che influenzano le nostre scelte personali; sia sulle conseguenze non intenzionali che da esse derivano. Con l’aiuto di Carlo Lottieri – Professore di filosofia del diritto all’Università di Verona e direttore del dipartimento di Teoria politica dell’Istituto Bruno Leoni, potranno comprendere gli effetti visibili e invisibili delle decisioni pubbliche; apprendendo come, ad esempio, l’attualissima questione dei dazi abbia un impatto economico diretto sulla quotidianità delle famiglie. L’Istituto Bruno Leoni è un think tank nato nel 2003 per diffondere le idee della società libera, attraverso la pubblicazione di studi e ricerche, libri e l’organizzazione di eventi.

“Per l’Istituto – ha dichiarato il suo vicedirettore Serena Sileoni – è una priorità promuovere l’educazione economica di base, necessaria premessa per un dibattito pubblico aperto e informato. Per questa ragione è particolarmente lieto di collaborare con Banca di Piacenza e FEduF alla realizzazione di #economiascuola “Economia delle scelte”.
“La lezione” – ha ricordato inoltre Franco Debenedetti – Presidente dell’Istituto – “è pensata per fornire ai ragazzi strumenti utili per essere cittadini e futuri elettori consapevoli che sappiano cogliere non solo ciò che si vede delle scelte economiche, ma anche ciò che non si vede e, dunque, i reali effetti di qualsiasi decisione di politica economica”.