Tenta di togliersi la vita in carcere, salvato da un agente. Il sindacato: “Complessa gestione dei detenuti psichiatrici”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Ancora un tentativo di suicidio presso il carcere delle Novate. Un detenuto italiano  ha cercato di togliersi la vita tentando di impiccarsi  all’interno della propria cella. L’uomo, per fortuna, è stato salvato in extremis dall’intervento tempestivo di un’agente della Polizia Penitenziaria. L’operatore è riuscito a fermarlo e liberarlo prima che fosse troppo tardi. A denunciare l’accaduto è la segreteria provinciale della  USPP Polizia Penitenziaria.

“L’unica certezza, è che la scelta di togliersi la vita è originata da uno stato psicologico di disagio. La gestione dei ristretti psichiatrici andrebbe gestita con personale medico specialistico in apposite strutture. Non all’interno degli istituti penitenziari, dove a tale carenza sopperisce unicamente la Polizia Penitenziaria. L’episodio è avvenuto  ieri mattina e ,solo lo spirito di sacrificio dell’agente di Polizia Penitenziaria, è riuscito ad evitare il peggio. 

Sullo sfondo, la problematica della gestione dei detenuti psichiatrici all’interno degli istituti penitenziari, sulla quale il sindacato USPP  della   polizia penitenziaria ha  da tempo  acceso i riflettori.

“Purtroppo, la gestione dei ristretti psichiatrici   e  le  poche  strutture  Rems  , è complessa e difficile”. Secondo il sindacato, bisognerebbe implementare la gestione dei detenuti con problemi psichiatrici, “andrebbe gestita con personale medico specialistico in apposite strutture, ma non all’interno dei penitenziari”.

La presenza di detenuti psichiatrici all’interno dei penitenziari italiani destabilizza l’ordine e la sicurezza degli stessi e la mancanza di psichiatrici idonei alla loro gestione , soprattutto nel wek-end  dove non ci sono psichiatrici disponibili ,  fa sì che il tutto ricada sul personale di Polizia Penitenziaria che con spirito di sacrificio e deontologia sopperisce a queste falle del sistema penitenziario. Come sempre è solo grazie a questo spirito che si riesce ad evitare il peggio. Come sindacato ci complimentiamo con il nostro collega per la sua alta professionalità, e senso del dovere”.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank