La Vigor Carpaneto cerca punti nella sfida-salvezza con la Savignanese

vigor carpaneto
Vigor Carpaneto: Domenica alle 14,30 la squadra di Rossini – ultima con la Sammaurese a quota 5 punti – ospita i romagnoli, che precedono di due lunghezze

Il ritornello non cambia: continuare a lottare, migliorare le prestazioni e cercare di risalire la classifica, dove da un lato si vede qualche segnale di luce (leggi tre pareggi consecutivi), ma dall’altro manca il raggio più caloroso, ossia la prima vittoria stagionale in serie D. Ci proverà nuovamente la Vigor Carpaneto, di scena domani (domenica) alle 14,30 al “San Lazzaro” di Carpaneto contro i romagnoli della Savignanese nella decima giornata d’andata del girone D.

blank

Radio Sound blank blank blank

I biancazzurri di Stefano Rossini sono reduci dalla beffa di Alfonsine, dove i primi tre punti sono sfumati in extremis a causa del classico gol dell’ex messo a segno da Ettore Casadei all’87’ (1-1). In classifica, Rantier e soci condividono l’ultima piazza con la Sammaurese a quota 5 punti, due in meno della Savignanese in uno scontro dunque importante per l’attuale zona di bassa classifica.  Due squadre, quelle di fronte al “San Lazzaro”, accomunate da diversi elementi: un’ottima stagione scorsa, una partenza difficile, recenti risultati sfumati in extremis.

Le parole di mister Rossini

La prestazione di domenica scorsa è stata buona e abbiamo fatto più di un gradino di crescita rispetto al match precedente contro il Progresso. Dispiace per il risultato finale, questa prova deve essere un punto di partenza e da lì non dobbiamo scendere. Viceversa, aumentando la cattiveria nel chiudere il match quando si è in vantaggio e non prendere gol nei momenti di difficoltà, si prendono più sicurezza e coraggio.

Contro la Savignanese sarà una partita difficile, come lo sono tutte in questo campionato. E’ una formazione con un buon mix, ha qualità ed esperienza, non va sottovalutata, come del resto tutte le squadre”.

La Vigor Carpaneto dovrà rinunciare a due giovani centrocampisti, entrambi infortunati: Giacomo Rossi (1999) e Davide Romeo (2000). In forte dubbio, inoltre, il difensore Francesco Bini, sempre per un problema fisico.

L’AVVERSARIO

La Savignanese è allenata da Oscar Farneti e sta disputando il suo secondo campionato di serie D della storia, dopo l’ottimo debutto nella scorsa stagione con la salvezza tranquilla (undicesimo posto con 48 punti nel girone F). Tra i giocatori più esperti, il difensore Claudio Cola (recentemente ex Santarcangelo, Forlì, Rimini, Cesena e San Marino) – classe 1986 – e il centrocampista Marco Brighi (1983), uno dei quattro fratelli calciatori (il più  noto è Matteo, ora in B all’Empoli) e che in carriera vanta anche la presenza nella rosa della Juventus in serie A 2002-2003, pur non collezionando presenze, dopo aver comunque calcato palcoscenici professionistici.

In classifica, la Savignanese è quattordicesima con 7 punti, frutto di una vittoria, 4 pareggi e 4 sconfitte. Il secondo urrah è stato strozzato in gola domenica scorsa al 96’ nel 2-2 contro il Lentigione, con i romagnoli raggiunti appena prima dal triplice fischio dal rigore realizzato da Caprioni.

Le parole di mister Farneti 

“Non abbiamo vinto due partite per pochissimi secondi. Eravamo pronti alle difficoltà di questa stagione, sapendo benissimo quale campionato ci aspettasse anche se pensavamo di far di più in questo avvio. Cosa ha inciso? L’approdo in un girone che si sta rivelando più qualitativo e un involontario pensiero che magari il nostro ruolo fosse un pochino più semplice dopo un’annata come la scorsa. Le prestazioni, comunque, ci sono state; sappiamo che per salvarci il primo dato importante è non prendere tantissimi gol”. Quindi aggiunge. “Non conosco particolarmente il Carpaneto, so che è reduce da un buon campionato lo scorso anno, era costruita per far nuovamente bene e che ha cambiato allenatore. Mi aspetto una Vigor che faccia la partita, credo sia normale, e che troverà di fronte una squadra che non vuole perdere”.

La Savignanese dovrà fare a meno del nuovo acquisto Mirco Spighi, centrocampista classe 1990 e  che ha giocato anche in serie B con la Spal, maturando più di 200 presenze nei professionisti: per lui, un turno di squalifica pregresso ancora da scontare.

IL CALCIO DILETTANTI E’ SU RADIOSOUND

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank