Anno impegnativo per la Croce Rossa: oltre 43 mila pazienti assistiti e 11.526 interventi d’emergenza, le ambulanze hanno percorso 1,5 milioni di chilometri

“Il 2022 è stato un anno impegnativo per la Croce Rossa di Piacenza: l’impegno è stato profuso su più fronti, da quello sanitario a quello sociale, dall’accoglienza profughi, fino agli interventi di protezione civile”. Con queste parole Alessandro Guidotti, presidente provinciale della Croce Rossa, presenta il bilancio delle attività 2022. “Ritengo che siamo riusciti a gestire nel miglior modo possibile tutti i servizi e tutti gli impegni, grazie al grande spirito di abnegazione dei volontari e dei dipendenti. A tutti Loro il mio più profondo ringraziamento. Nel corso del nuovo anno, sarà cura della nostra Associazione potenziare i servizi che svolgiamo. Inoltre, l’obbiettivo, a cui tengo molto, è porre le basi per una nuova Sede operativa del Comitato Provinciale CRI di Piacenza, in quanto l’attuale Sede di Viale Malta è ormai assolutamente non più idonea a contenere tutte le attività, tutti i mezzi e tutti i volontari che abbiamo. Con la fine del 2023 c’è la voglia di veder realizzato questo nostro grande sogno“.

blank

Alessandro Guidotti, presidente provinciale CRI di Piacenza

Croce Rossa Piacenza a 360° gradi: «un’importante risposta alle esigenze del territorio»

  1. Crescita e sviluppo: nuovi volontari e formazione degli operatori

Nel corso del 2022 il Comitato CRI di Piacenza ha continuato la sua attività formativa – sia in modalità online che in presenza in aula – con l’attivazione di 3 corsi base, svoltisi tra settembre e dicembre, che hanno consentito di formare, a livello provinciale, complessivamente 86 nuovi volontari, provenienti dalle sedi di Agazzano, Bobbio, Borgonovo Val Tidone, Farini, Ottone, Piacenza, Pianello, Podenzano, Rottofreno. Conseguentemente alla formazione dei nuovi volontari, è stato dato seguito all’attivazione di corsi di specializzazione sia per soccorritori abilitati al trasporto ordinario che per soccorritori da impiegare nelle attività di emergenza-urgenza. In concomitanza, sono stati attivati anche corsi di aggiornamento per il personale volontario e dipendente, con lo scopo di mantenere le qualifiche e cimentare le competenze. Per la prima volta all’interno del Comitato CRI di Piacenza si è tenuto il Corso per “Operatore in attività di Prevenzione e Promozione della Salute e Stili di Vita Sani”. Il corso, che si è svolto dall’8 al 10 luglio presso la Sede della Caritas di Piacenza, ha consentito di formare 15 operatori.

blank
  • Ambulanze, trasporti e trasferimenti dei pazienti

Nella Sede CRI di Piacenza, ogni giorno, dalle ore 8 alle ore 20, sono attive sei ambulanze: due si occupano dei servizi di emergenza-urgenza, le altre quattro vengono dedicate ai servizi ordinari di trasporto e trasferimento di pazienti. Nella fascia oraria notturna, dalle ore 20 alle ore 8, sono attive tre ambulanze: una è riservata allo svolgimento dei servizi di emergenza territoriale, mentre e le altre due si dedicano ai trasporti ordinari.

Oltre alla Sede di Piacenza, nel territorio della provincia sono presenti altre 11 Sedi:, Agazzano, Bobbio, Borgonovo Val Tidone, Cadeo, Farini, Nibbiano/Pianello, Ottone, Piozzano, Podenzano Rottofreno/San Nicolò, Marsaglia.

Esprimo immensa soddisfazione per quello che di fatto rappresenta un “fiore all’occhiello” della Croce Rossa di Piacenza; siamo l’unica realtà che riesce a mettere a disposizione questi mezzi grazie agli sforzi profusi dai nostri volontari”, commenta Michele Gorrini, coordinatore della Sede CRI di Piacenza.

“Ciò considerato, sottolineo l’importanza, per l’intera comunità piacentina, avere la disponibilità costante di queste due ambulanze notturne dedicate ai servizi ordinari, che nel corso dell’anno hanno trasportato oltre 7500 persone: allo stato attuale, sul territorio provinciale, sono gli unici mezzi a disposizione dell’Azienda USL di Piacenza per effettuare servizi di dimissioni/trasferimenti tra i quattro ospedali (Piacenza, Bobbio, Castel San Giovanni e Fiorenzuola D’Arda), con una media di una decina di servizi effettuati ogni 12 ore di turno notturno da ciascuna ambulanza“.

blank

Michele Gorrini, coordinatore della Sede CRI di Piacenza

I NUMERI DEL 2022 DELLA CROCE ROSSA PIACENTINA

I pazienti assistiti sono stati complessivamente 43mila.

I veicoli e le ambulanze hanno percorso oltre un milione e mezzo di chilometri.

I servizi ordinari (dimissioni, visite e trasferimenti) sono stati 21268.

I servizi di trasporto pazienti dializzati sono stati 4333.

I servizi sportivi e assistenze programmate agli eventi sono stati 934.

Totale servizi effettuati da ambulanze dedicate all’attività di emergenza-urgenza: 11526.

(1573 in codice rosso di cui 27 con l’attivazione del “codice blu”; 4218 in codice giallo; 5686 in codice verde; 49 in codice bianco).

  • L’ambulatorio infermieristico e l’ambulatorio medico

Nell’ambulatorio infermieristico, nel corso del 2022, sono state praticate 7500 terapie iniettive, più di 1800 rilevazioni di pressione arteriosa e quasi 200 misurazioni glicemiche. L’ambulatorio è attivo dal lunedì al venerdì (dalle ore 9 alle ore 12) e nel weekend e giorni festivi (dalle ore 9 alle ore 11). Le Infermiere Volontarie della Croce Rossa hanno effettuato la rilevazione della pressione arteriosa utilizzando un moderno sfigmomanometro, hanno misurato il valore della glicemia mediante l’utilizzo degli “stick” e hanno praticato – previa presentazione da parte del paziente della ricetta medica o del piano terapeutico – iniezioni intramuscolari o iniezioni sottocutanee.

Nell’ambulatorio medico, attivo i sabati mattina da metà ottobre ai primi giorni di aprile, i Medici Volontari della Croce Rossa hanno praticato vaccinazioni antinfluenzali, piccole medicazioni e la rimozione di punti di sutura. I dottori sono anche stati a disposizione per fornire consigli in merito a disturbi alimentari o per supportare i pazienti nella corretta interpretazione delle terapie. Tra i compiti dei dottori anche quello di sottoporre a periodiche visite mediche il personale in forza al Comitato Provinciale CRI per accertare l’idoneità psicofisica per svolgere i servizi in ambulanza.

  • Le Infermiere Volontarie

È stato portato avanti dal Corpo delle Infermiere Volontarie, con il coinvolgimento del Gruppo Giovani della CRI di Piacenza e dei volontari, il progetto “CREsciamo” che ha avuto luogo in alcuni istituti scolastici di Piacenza, nel quale sono state dedicate lezioni agli studenti in merito alle più elementari manovre di soccorso, mostrando anche come sono equipaggiate le ambulanze.

Il Corpo delle Infermiere Volontarie ha fornito assistenza alle Forze Armate durante le esercitazioni. Alla Polizia Di Stato, all’Arma dei Carabinieri, all’Aeronautica Militare e all’Esercito Italiano è stata fornita assistenza sanitaria durante le fasi di addestramento con le armi da fuoco e sono state impartite lezioni di primo soccorso. Inoltre, di concerto con il Corpo Militare della CRI, è stata fornita assistenza sanitaria agli Artificieri dell’Esercito Italiano appartenenti al 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza durante le fasi di disinnesco e bonifica degli ordigni bellici oggetto di rinvenimento.

Sorella Giuliana Ceriati, in qualità di Vice Ispettrice regionale del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, nel corso del 2022, ha preso parte ad una esercitazione della NATO che si è svolta sul territorio nazionale.

  • Emergenza Ucraina

All’indomani dello scoppio del conflitto bellico promosso dalla Federazione Russa nei confronti dell’Ucraina, anche a Piacenza è stata costituita un’Unità di Crisi per far fronte, a livello provinciale, alle immediate esigenze sia in tema di accoglienza dei profughi che per beni di prima necessità da inviare nei territori di guerra, sotto il coordinamento nazionale della Croce Rossa Italiana.

  • È stata attivata una raccolta farmaci, in collaborazione con Rotary e FederFarma, che ha consentito di reperire medicinali e presidi sanitari dal controvalore complessivo di oltre 110mila euro.
  • In accordo con la Prefettura di Piacenza, per soddisfare le richieste della Croce Rossa Italiana a livello nazionale, si è provveduto ad accompagnare persone o interi nuclei familiari nelle varie strutture ospedaliere per visite mediche e vaccinazioni, e nei Consolati per espletare pratiche burocratiche. Un doveroso e sentito ringraziamento va alla Banca di Piacenza, ai suoi Soci e ai suoi correntisti, a Confapi Industria Piacenza, al Liceo Ginnasio Melchiorre Gioia, al Liceo Scientifico Lorenzo Respighi, e alla Fondazione di Piacenza & Vigevano, e con loro ai tantissimi privati cittadini. Mai come in questo caso “l’unione ha fatto la forza”: tutti assieme hanno infatti contribuito a raggiungere una importante cifra di denaro, soldi che hanno consentito di fornire assistenza economica alle famiglie ucraine affidate all’Area Sociale della CRI di Piacenza, financo di assumere un operatore pro tempore, il quale si è dedicato quotidianamente a questi trasporti.
  • Il personale volontario, in possesso dei requisiti di abilitazione ai servizi di emergenza in tema di accoglienza, si è mobilitato e ha predisposto tutte le strutture logistiche e campali, affinché all’occorrenza fossero pronte ad essere impiegate in caso si fosse venuta a creare un’accoglienza massiva di profughi.
  • La crocerossina Giuliana Ceriati, facente parte delle Infermiere Volontarie, nel mese di aprile, ha preso parte ad una missione in territorio ucraino, dalla durata di una settimana, nel corso della quale sono stati portati aiuti ed evacuate un centinaio di persone fragili, tra cui bambini, anziani e disabili, dalla città di Leopoli.
  • La Sede della Croce Rossa di Piozzano (PC) ha messo a disposizione un’ambulanza che è stata donata e inviata alla Croce Rossa Ucraina attraverso un lavoro di intermediazione della Croce Rossa Italiana.
  • L’Area Sociale della CRI di Piacenza ha distribuito alle famiglie ucraine “buoni spesa” donati da Azimut. Inoltre, Azimut ha donato 25 brandine che sono state utilizzate per affrontare l’arrivo dei profughi.
  • Attività di Protezione Civile e di Emergenza

Nel corso del 2022 sono state diverse le attività di emergenza, coordinate dalla Prefettura di Piacenza, a cui Croce Rossa ha collaborato:

  • Ricerca persone disperse sia in ambito urbano che in ambiente impervio. In questi frangenti, sono stati attivati gruppi di volontari specificatamente formati e, all’occorrenza, anche operatori del Gruppo Cinofili.
  • A seguito di gravi incidenti avvenuti sulla rete autostradale, che hanno comportato un blocco del traffico, sono state attivate squadre di volontari per distribuire acqua agli automobilisti incolonnati.
  • Il 4 luglio scorso, mentre era in corso l’annuale Fiera di Sant’Antonino, improvvisamente si è abbattuto un violento nubifragio associato a forti raffiche di vento che hanno abbattuto diversi rami dei platani del Faxall e di via Palmerio, e hanno ribaltato alcuni banchi degli ambulanti. Improvvisamente si è scatenato il panico tra la folla, con alcuni ambulanti e avventori che sono rimasti feriti, fortunatamente in modo lieve. Immediatamente sono state attivate squadre di volontari della Croce Rossa di Piacenza, sia con le ambulanze, sia con veicoli 4×4. Gli equipaggi a bordo delle ambulanze si sono occupati di medicare le persone ferite e, nei casi in cui si è reso necessario, di trasportarle al Pronto Soccorso. Nel contempo, altre squadre hanno offerto assistenza per liberare la strada dai rami riversi al suolo, in ausilio agli agenti della Polizia Locale. 
  • Come da “Piano Neve” stilato in Prefettura, è stato predisposto un calendario di pronta reperibilità di volontari della Croce Rossa disponibili ad entrare in azione per offrire assistenza in caso di copiose nevicate.

Due convenzioni siglate nel corso del 2022:

  • Facendo seguito all’accordo a livello nazionale tra il Dipartimento Nazionale dei Vigili de Fuoco e la Croce Rossa Italiana, anche a Piacenza è stato firmato un accordo di reciproca collaborazione tra il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e il Comitato Provinciale di Croce Rossa, con il quale è previsto un supporto ai pompieri in caso debbano operare su interventi complessi ovvero dalla lunga durata. Nell’ottica di questa convenzione, la scorsa primavera, il Nucleo OPSA della Croce Rossa di Piacenza (operatori specializzati nel soccorso in acqua) e il Nucleo Cinofili della CRI hanno preso parte ad una grande esercitazione congiunta organizzata a livello regionale in collaborazione con i Vigili del Fuoco.
  • È stato sottoscritto un accordo con l’Unione dei Comuni della Bassa Val Trebbia Val Luretta che prevede il sostegno da parte della Croce Rossa di Piacenza in caso si verifichino calamità.

Nel corso del 2023 è in programma una grande esercitazione a cui prenderanno parte numerosi volontari. Per l’occasione verrà coinvolto anche il Gruppo Truccatori & Simulatori della Croce Rossa di Piacenza per rendere quanto più attinente alla realtà lo scenario operativo che sarà teatro dell’esercitazione.

  • Bici soccorso nei parchi

Potenziato nel corso dei mesi estivi il servizio di “bici soccorso” sia all’interno delle aree verdi pubbliche della città che nel centro storico. Il servizio è stato svolto dai volontari del Gruppo Giovani. Equipaggi in coppia, in sella alle biciclette della CRI di Piacenza, hanno percorso il Parco della Galleana, il Parco di Montecucco, i Giardini Margherita, il Faxall, le vie del centro cittadino, anche durante le fiere e le manifestazioni. Un servizio particolarmente apprezzato dalla popolazione, specie quella anziana, e pertanto proseguirà anche nel corso del prossimo anno.

Gli operatori in bicicletta saranno così nuovamente a disposizione della cittadinanza per la misurazione della pressione e della saturazione. Inoltre, essendo equipaggiati di radio di servizio, zaino da soccorso e defibrillatore, questi operatori saranno ancora una volta pronti a intervenire in caso si ravvisasse la necessità.

  • Veicoli storici e Babbi Natale

Nel pomeriggio della Vigilia di Natale, alcuni volontari della Croce Rossa di Piacenza si è travestito da Babbo Natale e ha distribuito dolcetti e caramelle ai bambini. Coinvolto e presente il gruppo che si prende cura dei mezzi d’epoca, che Croce Rossa di Piacenza custodisce gelosamente, con l’ambulanza Fiat 1100 e l’ambulanza Fiat 238, che erano in servizio rispettivamente degli anni ‘50 e negli anni ‘80, restaurate grazie a sforzi profusi dagli stessi volontari del gruppo Veicoli Storici della Croce Rossa di Piacenza, per mezzo di fondi e sponsorizzazioni e con il contributo elargito dalla Banca di Piacenza attraverso la premiazione di Domenico Bombini, volontario CRI, al quale il 26 giugno scorso è stato assegnato il “Premio solidarietà per la vita Santa Maria del Monte”.

  • Postazione in Piazza Cavalli durante le Festività natalizie

Michele Gorrini, responsabile della Sede CRI di Piacenza e coordinatore dell’Area Emergenza, durante tutto il periodo delle feste natalizie, ha attivato una postazione di pronto intervento sanitario con un equipaggio in ambulanza in Piazza Cavalli, che ha raccolto il plauso dell’Amministrazione Comunale e dei piacentini.

  1. Assistenza ai senza fissa dimora

Sotto il coordinamento della Prefettura di Piacenza, nella stagione invernale, un gruppo di volontari CRI si sono alternati per portare bevande calde e generi di prima necessità, nelle sere più fredde, ai senza tetto che stazionano all’addiaccio.

  1. Consegna farmaci in tutta la provincia

Un’attività che è nata nel 2020, a seguito dell’imperversare dei casi di contagio da Coronavirus (con persone soggette alla quarantena domiciliare), in convenzione con l’Azienda USL di Piacenza e la Farmacia dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto. Una attività tutt’ora in essere, in quanto assai apprezzata dalle fasce più anziane della popolazione e di tutti coloro che ne hanno bisogno. Viene svolta tre volte a settimana da volontari che, a bordo di due auto di servizio, si occupano di prendere in consegna i medicinali dalla Farmacia dell’Ospedale e di provvedere alla consegna direttamente presso il domicilio degli interessati. Un servizio che copre l’intero territorio provinciale (dalla città, a Ottone, da Morfasso a Ferriere e Nibbiano), e settimanalmente vengono percorsi oltre 1500 km.

  1. Dieci pulmini ogni giorno per accompagnare minori che devono fare delle terapie

Sono dieci i pulmini che quotidianamente sono in servizio per portare quei bambini e quei ragazzi e quei bambini che hanno bisogno di sottoporsi a determinate terapie. Personale della Croce Rossa, formato da dieci autisti e altrettanti assistenti, accompagna questi minori dalle proprie abitazioni fino ai Centri di terapia. Un servizio che viene effettuato in convenzione con il Comune di Piacenza e nel quale Croce Rossa, negli ultimi anni ha volutamente guardato al futuro, con una svolta green mettendo in campo 4 veicoli totalmente elettrici. Inoltre, nel corso dell’anno appena trascorso, erano attivi anche dei pulmini, in servizio pomeridiano, per accompagnare adulti disabili nei Centri diurni della città.

  1. Formati nuovi autisti e rilasciate le patenti di servizio per guidare in emergenza

Nel corso del 2022 sono stati formati 85 nuovi autisti in tutta la provincia abilitati alla guida in emergenza con i corsi di istruzione organizzati da Mirko Grassi, formatore patenti CRI, come previsto dal Regolamento nazionale CRI. Per guidare le ambulanze e i veicoli targati Croce Rossa occorre infatti possedere la patente di servizio, che viene rilasciata dal Comitato CRI; come avviene esattamente per le Forze di Polizia e per i Vigili del Fuoco. Possedere la patente di servizio comporta una maggiore tutela per i conducenti dei veicoli della Croce Rossa Italiana in quanto si tratta di una patente indipendente da quella rilasciata dalla Motorizzazione Civile. Occorre questa “speciale” patente di guida per condurre veicoli targati Croce Rossa, e i candidati per ottenerla devono seguire un corso specifico (con lezioni di teoria e prove pratiche) e superare un esame.

  1. Operatori del Sorriso, riprende l’attività in Pediatria

Sono state molteplici le attività portate avanti dal Gruppo Operatori del Sorriso della Croce Rossa di Piacenza, sotto il coordinamento di Giuseppe Colla.

  • Nei centri vaccinali un volontario mascherato da Spiderman (eroe dei fumetti Marvel) ha intrattenuto i bambini facendoli divertire e riuscendo far passare il timore della puntura dell’ago. Questa attività è stata supportata anche dal Gruppo Giovani della CRI di Piacenza.
  • Nelle scuole elementari sono state affrontate lezioni sulla realtà della Croce Rossa attraverso attività ludiche.
  • Al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza è finalmente ripresa l’attività di intrattenimento ludico dopo il lungo stop imposto dalla pandemia da Covid-19.
  • All’Istituto Casali di Piacenza, davanti ad una platea di un centinaio di studenti, è stata fatta una lezione dedicata alla “Sorriso terapia”. Ovvero spiegare ai ragazzi l’importanza di saper affrontare la vita di ogni giorno con il sorriso, cercando di infondere il buon umore sia nei pazienti che nei confronti dei parenti dei pazienti, che si trovano ricoverati.

Giunge all’8a edizione il calendario del Gruppo degli Operatori del Sorriso della CRI di Piacenza. I proventi delle vendite dell’edizione 2023 hanno permesso di contribuire all’acquisto di un veicolo da dedicare al trasporto dei disabili e di concorrere ad aiutare le famiglie in stato di difficoltà che sono in carico all’Area Sociale della Croce Rossa di Piacenza.

  1. Unità Cinofila

Nel 2022 finalmente sono riprese diverse attività dell’Unità Cinofila della Croce Rossa di Piacenza, che si sono rivelate importanti per varie realtà del territorio piacentino.

  • Al Liceo Colombini con i ragazzi di terza superiore è stata affrontata una lezione sull’attività cinofila e protezione civile.
  • A ottobre un pomeriggio diverso all’ospedale di Piacenza e più precisamente nel cortile dell’RTI, Residenza Trattamento Intensivo (dipartimento Salute Mentale), dove i volontari dell’Unità Cinofila attraverso un’esercitazione/esibizione con i loro compagni a 4 zampe hanno portato un momento di sollievo agli ospiti della struttura.
  • Con la collaborazione dei Mercanti di Qualità in attività per il sociale si sono esibite in piazza Duomo a inizio novembre davanti allo stupore di tante famiglie con bambini. L’evento si è ripetuto qualche settimana dopo a Roveleto di Cadeo.
  • Sempre a novembre presso il Centro diurno per anziani di Cadeo gli ospiti della struttura e gli operatori hanno passato un pomeriggio diverso in allegria allietati da diversi spettacoli.
  • Con l’arrivo delle festività natalizie grazie all’Associazione Amici del Mondo è stato organizzato uno spettacolo con programmazione dedicata ai bambini e ragazzi dai 4 agli 11 anni. Oltre a una gustosa merenda, i piccoli spettatori hanno trascorso un pomeriggio di divertimento con gli interventi del gruppo dell’Unità Cinofila e Operatori del Sorriso. Il ricavato della giornata e degli aiuti ricevuti sono serviti per aiutare una realtà particolarmente svantaggiata in una scuola del Perù.
  • Poco prima di Natale i volontari dell’Unità Cinofila sono tornati dagli ospiti della RTI di Piacenza accompagnati dai loro amici cani. Tra salti, piroette e pacchi regalo i piccoli aiutanti di Babbo Natale hanno donato sorrisi e coccole a tutti i presenti.
  1. Attività del Gruppo Giovani

All’interno del Comitato di Piacenza sono attivi oltre 350 Soci giovani. Si tratta di volontari che non hanno ancora compiuto i 32 anni di età. Essi rappresentano il “presente” dell’Associazione, prima ancora che il “futuro”, e sono attivi nel promuovere e sostenere all’interno della nostra comunità i valori del “rispetto” e della “solidarietà”.

Nel corso del 2022 il Gruppo Giovani ha dato prova delle proprie capacità promuovendo campagne e progetti, siglando convenzioni e dedicandosi alla formazione. Infatti, il Comitato CRI di Piacenza è attivo nello svolgere attività all’interno delle scuole, di ogni ordine e grado, e in centri di aggregazioni giovanili lezioni di educazione civica, dal diffondere i valori di pace e fratellanza, al promuovere l’inclusione sociale, il diritto Salute (costituzionalmente sancito), fino a ricercare stili di vita sani. Il Gruppo Giovani è stato inoltre coinvolto direttamente in merito a corsi e lezioni di Diritto Internazionale Umanitario, sulle manovre salvavita che di rianimazione pediatrica.

Per quanto riguarda poi campagne di sensibilizzazione nazionali il Comitato di Piacenza porta avanti la campagna “LoveRED”: Rapporti sani, sessualità consapevole e benessere della persona. Sono gli obiettivi della campagna LoveRED promossa dalla Croce Rossa Italiana, in collaborazione con Durex, per sensibilizzare i giovani sull’educazione sessuale consapevole, concentrandosi sull’importanza della prevenzione dalle malattie nonché del benessere emotivo e sessuale.

  1. Area Sociale, dalla raccolta e distribuzione generi di prima necessità, alle oltre 600 famiglie a cui viene offerta assistenza

Nel corso del 2022 sono state distribuite oltre 2600 borse viveri solamente a Piacenza. A questa vanno sommate le oltre 120 borse viveri del Gruppo CRI di Agazzano e ulteriori 85 borse viveri consegnate direttamente a casa di nuclei familiari che sono sotto l’assistenza della Croce Rossa di Piacenza e che versano in grave stato di indigenza. Sono inoltre numerosi i “buoni spesa” forniti da Croce Rossa Italiana che sono stati distribuiti a famiglie in grave stato di difficoltà o persone ammalate. A questo si aggiungono le attività di sostegno delle famiglie ucraine. Diverse volontarie, inoltre, prestano servizio presso l’Emporio Solidale. Alle volontarie, nel corso del 2022 sono stati assegnati quattro ragazzi del Servizio Civile, essi vengono impiegati sia sui pulmini per il trasporto degli invalidi che durante la distribuzione dei generi alimentari che dei farmaci.

Durante il 2022, non sono state promosse raccolte di generi alimentari presso i supermercati in quanto la Croce Rossa Italiana ha provveduto a consegnare box contenenti alimenti donati da Esselunga.

Diverse gli eventi promossi per raccogliere fondi: dal burraco in Sala degli Arazzi del Collegio Alberoni, al gazebo del pane di Santa Lucia, fino alla vendita di panettoni nel periodo antecedente le festività natalizie. Lo “Sportello di Ascolto” ha fatto registrare oltre 600 famiglie, ognuna delle quali con diversi fabbisogni: dal pagamento degli affitti, al pagamento delle bollette di luce o gas, dai ticket sanitari, ai farmaci, le prestazioni mediche, i trasporti, materiale scolastico (cancelleria e libri di testo), beni di prima necessità, fino agli occhiali da vista. Tra queste famiglie, una cinquantina hanno usufruito della distribuzione di latte e pannolini.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank