Assigeco Piacenza superata: l’Urania vince 79-87

assigeco piacenza

Turno infrasettimanale amaro per l’Assigeco Piacenza, che dopo una partenza incoraggiante lascia spazio e vittoria all’Urania Milano che si impone al PalaBanca per 87-79. Per l’Assigeco 24 punti di Ferguson e 18 di Hall, ma il 6/26 dalla lunga distanza ha condannato i biancorossoblu alla resa. L’unica consolazione è che, con i risultati che sono giunti dagli altri campi, e nella fattispecie la sconfitta interna di Imola contro Udine, l’Assigeco mantiene l’ottavo posto in classifica.

blank

LA CRONACA

Partenza incoraggiante per l’Assigeco che con 8 punti di Ferguson e 2 di Santiangeli prova a scappare sul 10-2. L’Urania però non si scompone e dopo un fallo tecnico alla panchina Assigeco comincia a macinare il gioco che le è più congeniale. Il parziale di 18-4 ferma il cronometro sul 20-14 per i milanesi al 10′.

Nel secondo periodo Ferguson e Hall provano ad accendersi (29-32), ma anche in questo frangente l’Urania trova in Bianchi il protagonista del controbreak che fa volare gli ospiti sul 46-35 dopo la tripla di Piunti.

Terzo quarto di grande difficoltà per l’Assigeco che scende anche a -17 (44-61), ma ha la forza di riavvicinarsi rimettendo tutto in gioco. Hall sale in cattedra e prova a dare la spinta giusta per la rimonta ma nei momenti più importanti i dettagli condannano l’Assigeco: sul 73-77, dopo un appoggio al vetro sbagliato, arriva la tripla di un Raivio fino a quel momento silente. Piacenza a quel punto comincia ad andare in debito d’energia e l’Urania con un ottimo Sabatini (11 assist) può festeggiare la vittoria.

MOMENTO CHIAVE

La tripla di Piunti sul finale di secondo quarto ha indirizzato in maniera definitiva l’andamento di una partita di cui Milano ha preso il totale controllo dalla metà del secondo quarto in poi.

PROTAGONISTI ASSIGECO PIACENZA

Ferguson si conferma ancora una volta miglior marcatore dei suoi con 24 punti conditi da 4 assist. Hall gioca un buonissimo secondo tempo e chiude a quota 18 punti catturando ben 17 rimbalzi. Santiangeli è il terzo giocatore in doppia cifra con 11 punti ma con soli due tiri realizzati dal campo.

CURIOSITA’ STATISTICHE – Gherardo Sabatini bagna il suo ritorno al PalaBanca servendo 11 assist, 4 in meno di tutta l’Assigeco che è ancora una volta vittima della poca circolazione di palla. I ragazzi di Ceccarelli pagano anche il pessimo 6/26 da tre punti e una prova opaca a rimbalzo, in cui viene sovrastata dagli ospiti per 41-35. 87 punti concessi infine sono decisamente troppi da concedere in casa, specialmente al peggior attacco del campionato.

PROSSIMA AVVERSARIA – Sapori Veri Roseto, il 9 Febbraio 2020 alle ore 18, al Palamaggetti di Roseto.

ASSIGECO PIACENZA – URANIA MILANO 79-87

(14-20, 21-26, 24-21, 20-20)

Piacenza: Ferraro ne, Ferguson 24, Molinaro 5, Rota ne, Gasparin 6, Ammannato 6, Piccoli 5, Ihedioha 4, Santiangeli 11, Hall 18, Jelic ne. All. Ceccarelli.

Milano: Piunti 10, Pagani 9, Negri 7, Benevelli 11, Lazzari ne, Montano 7, Giardini ne, Piatti ne, Lynch 14, Raivio 6, Bianchi 9, Sabatini 14. All. Villa.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank