I consiglieri Bariola e Colla: “Il Comune di Piacenza istituisca una commissione antimafia”

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

A pochi giorni dall’avvio del processo Grimilde che coinvolge direttamente il nostro territorio piacentino arriva una proposta da parte dei consiglieri comunali Gianluca Bariola (con Rizzi la Piacenza del Futuro) e Roberto Colla (Piacenza più Rizzi Sindaco).

“L’attuale emergenza sanitaria Covid 19 ha scosso e disorientato, quasi senza paragoni a livello nazionale, il nostro tessuto sociale, relazionale, imprenditoriale e spirituale. Siamo preoccupati che le odierne circostanze di fragilità possano favorire una aggressione più profonda e ramificata della criminalità organizzata all’interno della nostra comunità. Riconosciamo la necessità, propria dei momenti di difficoltà come quelli attuali, di affinare il nostro sguardo e tendere la nostra volontà. Il pensiero arriva in vista della giornata del 23 maggio, a ricordo della strage di Capaci che diede la morte al giudice Giovanni Falcone, per tutti gli italiani simbolo di sacrificio, dedizione e coraggio nella battaglia contro un comune nemico. In questo contesto chiediamo al sindaco di farsi carico di calendarizzare, il prima possibile, nei lavori consigliari, la votazione per la costituzione della commissione consigliare anti-mafia nei termini in cui è stata presentata:

  • comprendere le dinamiche – meccanismi culturali, sociali imprenditoriali e comunicativi delle associazioni criminali nel nostro territorio e in particolare dell’associazione: ‘Ndrangheta.
  • Studiare e fronteggiare un sistema criminale: ‘Ndrangheta, identificabile come un movimento sociale di conquista che necessità, per essere combattuto, di una risposta coesa della Comunità Piacentina.

Auspichiamo nell’unità di tutta l’amministrazione comunale, richiesta da larga parte dei piacentini e da diverse anime della Città. Speriamo si possa arrivare alla costituzione della commissione speciale antimafia; uno dei tanti possibili servizi necessari e utili al rilancio sociale, economico e spirituale della nostra comunità.