Domenica Palazzo Gotico aperto al pubblico ed Estate di San Martino: “Il centro si anima tra cultura e commercio di qualità”. Nasce l’app per riscoprire il centro storico di una volta – AUDIO

Il nostro obiettivo è lavorare in squadra, non è pensabile ragionare per compartimenti stagni”. Con queste parole l’assessore al Commercio, Simone Fornasari, commenta la doppia presentazione di due iniziative in grado di unire cultura e opportunità commerciali. Parliamo dell’evento “Estate di San Martino” e dell’iniziativa “Il risveglio del Gigante” che animeranno il centro di Piacenza domenica prossima 6 novembre.

blank

Estate di San Martino

Giochi, beneficenza, buon cibo: il centro storico di Piacenza si accende domenica 6 novembre con l’Estate di San Martino. L’iniziativa si svilupperà tra Piazza Cavalli e Piazza Duomo, dalle 8.30 alle 19.30: i cittadini potranno acquistare prodotti agroalimentari e di artigiano di qualità e intrattenersi con performance di artisti di strada, mentre i più piccoli potranno invece divertirsi coi “giochi di una volta”. Spazio anche ad iniziative di beneficenza, con gli stand di Croce Rossa e Casa di Iris.

L’evento vede in prima fila l’associazione Mercanti di Qualità di Piacenza, Unione Commercianti e la Federazione Italiana Venditori Ambulanti Piacenza, in collaborazione con il Comune di Piacenza, Confesercenti Piacenza, Cna Piacenza e le associazioni Vita in Centro a Piacenza e Quartiere Roma Shopping Area.

Il programma prevede tante iniziative. In piazza Duomo, in particolare, ci saranno decine di espositori fra artigianato ed enogastronomia, dieci postazioni dei Giochi di una volta, dalle 15.30 e ogni mezz’ora le esercitazioni con i volontari dell’unità cinofila di Croce Rossa, la castagnata benefica organizzata dai volontari della Proloco di San Pietro in Cerro e i banchetti del gattile del Comune di Piacenza e della Casa di Iris per sensibilizzare la comunità piacentina e raccogliere fondi. Anche piazza Cavalli accoglierà numerosi espositori selezionati per la gioia degli appassionati di shopping, mentre in largo Battisti – davanti al negozio Bulla Sport – ci sarà la castagnata della Croce Bianca, allestita con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’associazione di soccorso, ma anche per attirare nuovi volontari.

blank

Particolare e molto atteso invece l’evento “Corteo delle Dame Viscontee”, che prenderà il via alle 15.30 da via Roma (all’altezza dell’incrocio con via Pozzo) per poi giungere in piazza Cavalli alle 16.30 ed esibirsi sino alle 17.45 in uno spettacolo tra leggenda e storia, con fantastiche scenografie, suoni di chiarine e rulli di tamburi, danze ed emozioni, per trasformare la piazza in una vera e propria corte rinascimentale.

Le Dame Viscontee è un gruppo di Pandino (Cremona) composto da trenta dame aristocratiche e di corte in abiti sontuosi e sgargianti del Cinquecento, accompagnate da armigeri, musici e giullari. Assecondate da note antiche sfilano per i borghi, personalizzano ogni evento per renderlo unico e irripetibile.

blank

Il risveglio del gigante

Il gigante, in questo senso, è Palazzo Gotico. “Un palazzo Gotico visto con gli occhi di un bambino”, specifica l’assessore alla Cultura, Christian Fiazza. Perché proprio il monumento simbolo della città è il protagonista di quella che a tutti gli effetti vuole essere, da parte dell’amministrazione, una rivalutazione del Gotico e di Piazza Cavalli. “Da oggi vogliamo riaprire e rendere ancora più centrale Palazzo Gotico, lasciarlo aperto ai turisti, animarlo. Il nostro obiettivo è che i piacentini, e non solo, arrivino a chiedersi periodicamente: ‘Cosa ci sarà quest’anno a Palazzo Gotico?’. E inizieremo da una mostra fotografica permanente che raccoglierà alcuni scatti della nostra città appartenenti all’archivio Del Papa, dal 1948 ai giorni nostri, per riscoprire com’era Piacenza nel passato”, continua Fiazza. Ma oltre alle fotografie, a supporto di questo viaggio nel tempo arriverà un’app: “Piacentini e turisti vedranno QR Code sparsi per la piazza e appunto al Gotico, basterà puntare il telefono cellulare per ammirare scorci di un tempo”. Si inizia dunque domenica prossima con l’apertura al pubblico di Palazzo Gotico dalle 15.

blank

L’app per viaggiare nella storia

L’app mobile sviluppata da Spike Digitech, in collaborazione con il designer Cristian Boiardi e l’architetto Manrico Bissi, è uno dei primissimi casi in Italia di sviluppo 5.0 applicato al mobile: l’alta tecnologica è resa semplice con un approccio ingegneristico specialistico che parte dalla persona e dal contesto di utilizzo, e che la Spike Digitech applica solitamente in ambito industriale.

blank

Sviluppata in nativo Android e iOS, l’applicazione coniuga due diverse forme di tecnologia: la realtà aumentata, impiegata in Piazza Cavalli per rivivere l’antica tradizione dei “macchinoni dei fuochi”, e la realtà virtuale, utilizzata all’interno di Palazzo Gotico per visitare il leggendario teatro seicentesco, costruito dentro il salone monumentale da Odoardo Farnese e di cui oggi non vi sono più tracce fisiche. Ma attenzione, quando vi troverete all’interno del teatro, scoprirete che potrete anche uscire e tornare nel mondo reale semplicemente passeggiando. Il tutto solo con il vostro cellulare.

Non servono complicati visori 3D, joystick o altri dispositivi elettronici, tutto si vive semplicemente grazie al proprio smartphone personale. La tecnologia è sviluppata in affinità alla persona e all’ambiente di utilizzo, in sicurezza, senza strane iscrizioni o abbonamenti, con un vero approccio etico.

Non resta che scaricare l’app su tutti i mobile store o attraverso i QR code in Piazza Cavalli e al Palazzo Gotico.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank