Beni culturali, 750 mila euro per il restauro del Duomo e della Collegiata di Castell’Arquato. Progetti anche per S. Antonino e S. Maria in Cortina

L’incendio della cattedrale di Notre-Dame

“E’ di 750mila euro il contributo per il restauro e la valorizzazione della Cattedrale di Piacenza, nel suo 900esimo anniversario, della Collegiata di Castell’Arquato, della Basilica di S. Antonino e della chiesetta di S. Maria in Cortina, contenuto nel Piano Strategico ‘Grandi Progetti Beni Culturali’ del Ministero della Cultura approvato oggi dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni”. La parlamentare piacentina del Partito Democratico Paola De Micheli sottolinea l’importanza dell’investimento deliberato dal Governo sul nostro patrimonio monumentale sacro, nell’anno dell’anniversario della costruzione della Cattedrale. “Nell’ambito dei trentotto interventi strategici diffusi in tutta Italia per il recupero del patrimonio culturale, decisi dal Mibac, – afferma – è stato inserito questo finanziamento di grande rilievo per la valorizzazione delle nostre chiese monumentali, in particolare del Duomo che proprio quest’anno celebra un’importante ricorrenza. Per questo voglio ringraziare il Ministro Dario Franceschini che in questi anni ha portato avanti con costanza una strategia di rilancio della competitività territoriale del Paese e di crescita economica e sociale attraverso la cultura”. “Anche Piacenza potrà beneficiare di questa azione, – aggiunge – nella consapevolezza che il patrimonio architettonico sacro è un elemento fondamentale dell’identità del nostro territorio e un’opportunità di attrazione turistica dalle potenzialità ancora in parte inespresse”.

Nel dettaglio

3 milioni e 250 mila euro di finanziamento per i beni culturali dell’Emilia-Romagna. È quanto prevede il Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali” varato dal ministero della Cultura che ha ricevuto oggi il parere favorevole della Conferenza Unificata Stato-Regioni, dopo il passaggio in Consiglio Superiore dei beni Culturali.

blank

“Siamo molto soddisfatti per l’assegnazione di queste risorse, e di questo ringraziamo il ministro della Cultura, Dario Franceschini: ci consentiranno di valorizzare alcune eccellenze del nostro territorio”, sottolineano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alla Cultura e paesaggio, Mauro Felicori. “Si tratta di interventi che da una parte ci consentono di proseguire il percorso che abbiamo tracciato di valorizzazione della memoria del Novecento, dall’altra permettono il recupero e il restauro dell’arte e dell’architettura sacra, che nella nostra regione ha una tradizione millenaria”.

I progetti: Ferrara, Piacenza e il Campo di Fossoli

Tra i 38 progetti inseriti nel piano ministeriale, 3 riguardano il territorio emiliano-romagnolo. In particolare, 2 milioni di euro saranno destinati per interventi di recupero, completamento e restauro dell’apparato decorativo presente negli ambienti del convento di Santa Maria in Vado a Ferrara.

750mila euro serviranno per il restauro e la valorizzazione della Cattedrale di Piacenza e della Collegiata di Castell’Arquato (Pc). L’importo consentirà di realizzare lavori di restauro e valorizzazione che interessano quattro edifici sacri: oltre alla cattedrale e alla collegiata, infatti, sono coinvolte anche la Chiesa di Sant’Antonino e la chiesetta di Santa Maria in Cortina di Piacenza ai fini della tutela, della conservazione e dell’apertura al pubblico in occasione dell’anniversario dei 900 anni dalla nascita del complesso.

Un finanziamento di 500mila euro è stato poi definito per la realizzazione di un progetto innovativo a Fossoli (Modena) che prevede interventi al Magazzino Ferroviario Nord di Campo Fossoli. Sono in programma lavori sulle murature interne, l’allestimento di pannelli espositivi, l’installazione di un sistema di climatizzazione, impianti, realtà aumentata e di un nuovo pavimento che consenta il movimento del “Carro della Memoria”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank