Escursione archeologica sul sito di S. Salvatore di Tolla, il 18 giugno a Morfasso

Escursione archeologica sul sito di S. Salvatore di Tolla, il 18 giugno a Morfasso
Piacenza 24 WhatsApp

Importante appuntamento in alta val d’Arda per gli appassionati di escursioni ed archeologia: sabato prossimo 18 giugno si terrà la prima edizione dell’”Escursione archeologica sul sito di S. Salvatore di Tolla” in comune di Morfasso, all’interno del programma delle Giornate Europee dell’Archeologia (https://journees-archeologie.fr/c-2022/lg-it/Italia/mappa).

La visita guidata di sabato partirà dal sagrato della chiesa dei SS. Salvatore e Gallo (loc. I Rabbini), e si svilupperà con un’escursione di circa 6 km, che farà tappa al sito archeologico di San Salvatore di Tolla. Durante il percorso saranno illustrati gli aspetti naturalistici del territorio. Presso il sito, l’archeologo dott. Luca Fornari ed il restauratore dott. Efisio Chessa – responsabili del progetto – illustreranno le attività in corso.

Collaborano all’iniziativa: Soprintendenza ABAP per le province di Parma e Piacenza, Comune di Morfasso, Diocesi di Piacenza – Bobbio, EVA (Gruppo Esploratori Val d’Arda), Piacemilia Aps, Paleontologo dott. Carlo Francou.

ll sito fu sede dell’antico monastero di San Salvatore, le cui carte di archivio ne documentano l’esistenza almeno dall’VIII secolo. Fu comunità monastica estremamente vivace e principale centro religioso della Val Tolla. Durante l’epoca moderna, anche al termine del successo della comunità monastica, continuò ad essere un centro di culto di importante. Solo le difficili condizioni del territorio, funestato da una frana che determinava danni strutturali e continui agli edifici, sancirono il definitivo abbandono delle strutture ed il “trasferimento” del culto il loc. Monastero, avvenuto nella seconda metà dell’Ottocento.

Qualche anno fa sono iniziati gli scavi che hanno portato alla luce un sito di notevole interesse storico e culturale con le tracce di ben 3 edifici religiosi sovrapposti.

L’amministrazione comunale di Morfasso – con il sindaco Paolo Calestani – si è impegnata molto per la continuazione degli scavi e per progettare un percorso organico che si sviluppi nel tempo in modo da valorizzare pienamente quest’importante scoperta archeologica che può divenire un punto di attrazione fondamentale per l’alta valle dell’Arda.

Proprio in questi giorni, poi, è stato reso disponibile a tutti un lavoro compiuto sul sito dall’azienda morfassina SkyView che, mediante un complesso rilievo aerofotogrammetrico a mezzo di droni, ha realizzato un modello tridimensionale dell’area che permette ai visitatori virtuali di “muoversi” all’interno del sito stesso stando comodamente seduti davanti ad un computer o anche con un semplice smartphone. Una tecnica innovativa ed emozionante per una visita immersiva e che offre agli studiosi nuove metodologie di analisi dei siti archeologici. Il modello è visibile online a questo indirizzo: https://skfb.ly/ovszq.

Per l’escursione è gradita la prenotazione: escursionieva@gmail.com, info@piacemilia.it, 338 6576961

Radio Sound
blank blank