Minacce social a Sara Soresi, Arcigay prende le distanze: “Il Piacenza Pride è lotta contro ogni forma di odio”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Arcigay prende le distanze dall’attacco hacker con relative minacce di morte a Sara Soresi, consigliere comunale di Fratelli d’Italia. Soresi, nei giorni scorsi, aveva scritto un post inerente al Gay Pride che si terrà il prossimo 27 maggio a Piacenza: “I Giardini sono frequentati da tanti bambini. Spero che almeno sia tenuto adeguato contegno, onde evitare spiacevoli lamentele, evitando qualche carnevalata che a mio avviso non giocherebbe nemmeno a favore dei partecipanti”. Poco dopo il profilo di Soresi è stato hackerato da persone che hanno utilizzato sue immagini accompagnate da minacce. Dal momento che l’attacco e il precedente post parrebbero essere correlati, Arcigay tiene a sottolineare la propria estraneità in una nota.

“Il Piacenza Pride è lotta contro ogni forma di odio

Arcigay Piacenza Lambda prende atto e condanna gli attacchi ricevuti dalla consigliera comunale Sara Soresi sul proprio profilo Facebook hackerato, alcuni dei quali si giustificano con la lotta all’omofobia. Questo modo di agire violento e denigratorio della dignità individuale non fa parte della storia e della cultura della nostra associazione, anche se ancora oggi la nostra comunità ne è spesso vittima, sia tramite social (basta guardare i commenti sotto le notizie che ci riguardano per leggere offese e insulti ogni volta), sia dal vivo, anche recentemente a Piacenza.

Arcigay sceglie ogni giorno di portare avanti le proprie battaglie nel rispetto della legalità e delle persone.
Fatti come questo sono ciò che più è distante dallo spirito del Piacenza Pride e di tutti i Pride in generale, che sono nati proprio dalla lotta contro l’odio e le discriminazioni, come inno alla libertà individuale. E dimostrano ancora una volta quanto ci sia bisogno di…Piacenza Pride, per tutt*!

Radio Sound
blank blank