Ponte Lenzino, la struttura provvisoria slitta ancora. Anas: “Ritardi causati dal blocco sul canale di Suez”

Nuovo Ponte Lenzino manifestazione
Piacenza 24 WhatsApp

Ritarda ancora la costruzione del ponte provvisorio al posto del Ponte Lenzino, crollato il 3 ottobre scorso. Da tempo i sindaci del territorio lamentano ritardi nei lavori e ora arriva una nuova doccia fredda. La colpa è da attribuire ai blocchi in atto lungo il canale di Suez, come spiega Anas.

La nota di Anas

Anas ha confermato fino al 25 giugno l’ordinanza di istituzione del percorso alternativo alla strada statale 45 “di Val Trebbia”, in relazione ai lavori di costruzione del ponte provvisorio Lenzino.

La proroga del percorso alternativo è dovuta al ritardo nella consegna del ponte bailey, la struttura necessaria per il completamento dell’attraversamento provvisorio del fiume Lenzino. Infatti, a seguito del recente blocco del canale di Suez e dei conseguenti gravi ritardi accumulati nel carico e scarico delle merci in tutti i più importanti hub portuali internazionali, l’arrivo dell’impalcato al porto di Genova, originariamente programmato per il 15 maggio, è slittato al prossimo 5 giugno.

La struttura, effettuate le necessarie operazioni di sdoganamento, arriverà al cantiere dove sarà possibile procedere al montaggio e varo, fasi che stanno attualmente bloccando alcune opere di completamento e finitura che condizionano inevitabilmente la definizione della data di apertura al traffico.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank