Ricerca e innovazione, l’assessore regionale Colla: “Riscoprire il sistema di istruzione-formazione” – FOTO e VIDEO

“Riscoprire il sistema di istruzione-formazione”. Così l’assessore regionale Vincenzo Colla, che questa mattina ha visitato le due sedi del Tecnopolo di Piacenza.

Radio Sound blank blank blank blank

Colla ha visitato Casino Mandelli, al Consorzio Musp, poi la ex Officina Trasformatori di via Nino Bixio che ospita il Laboratorio Leap. Infine l’assessore ha incontrato, nella cornice della ex chiesa del Carmine, il Tavolo di coordinamento territoriale costituito dall’Amministrazione comunale. Tavolo nato nell’ambito del Protocollo d’intesa mirato a sostenere la crescita della ricerca e dell’innovazione in ambito locale.

Università e imprese

Mettere insieme le università con il sistema dell’impresa che vuol fare ricerca applicata porta a risultati stupendi” ha detto l’assessore regionale Vincenzo Colla. “Come Regione, mi sono impegnato a dire che su questi due tecnopoli noi vogliamo fare investimenti; perché interessano non solo l’Emilia-Romagna ma tutto il Paese e da cui escono sperimentazioni eccezionali. Ci sono grandi filoni interessanti: uno è l’ambiente, con tutta la sperimentazione su riciclo, riuso ed economia circolare”.

Un altro è il sistema della meccatronica del Musp. Quelle medie imprese che stanno nel mondo hanno bisogno di queste piccole-medie imprese, e devono essere partner nella ricerca, perché il loro contributo è indispensabile per fare stare queste aziende nel mondo. Sono fondamentali questi progetti, che fanno la storia anche di questa città: proprio da Piacenza nasce la storia meccatronica dell’Emilia-Romagna. Le imprese di meccatronica piacentine hanno una capacità eccezionale di stare nel mondo: a fare la differenza per tutte queste imprese piacentine è la competenza e i saperi della gente che lavora. Non si fa un manufatto di quella qualità se c’è ricerca, sapere, intelligenza. Bisogna quindi riscoprire il sistema di istruzione-formazione, e portare in questi tecnopoli i nostri ragazzi che fanno istruzione”.

“Investimenti nell’e-commerce digitale”

L’assessore Colla ha parlato anche di previsioni future e di investimenti: “Faremo un’operazione di investimenti nell’e-commerce digitale collegato alla manifattura. L’Emilia-Romagna nel 2019 ha fatto 170 miliardi di PIL, di cui 70 sull’export: dal punto di vista pro capite abbiamo un livello più alto delle città tedesche. Piacenza è in quel trend. Ora occorrerà far ripartire il mercato interno, e il provvedimento del 110% sull’edilizia è ottimo. Nel mentre dobbiamo fare grandi investimenti perché tutte le grandi multinazionali stanno rivalutando dove investire e dove non. Noi dobbiamo essere attraenti per questi soggetti. Piacenza non può essere non vista in Regione per il fatto strategico, anche grazie alla sua posizione geografica, ma soprattutto per l’importanza delle imprese e del sistema di filiere che ha questa città.”

Riprende anche il tema dei lavoratori, che temono la fine del blocco dei licenziamenti. “Parlo da assessore: penso ci sia un problema! Nel 2021 una ripresa ci sarà, ma non sarà per tutti. Abbiamo una fetta di piccole imprese che non reggeranno, un effetto precipizio. Il governo ha a disposizione il Fondo Europeo sociale, proprio per dare una risposta a questo problema. Quindi il tema non è di dare a tutti, ma allungare una mano a quei settori che andranno in difficoltà, ad esempio il turismo o la filiera delle fiere.

Davanti abbiamo due grandi opportunità: il periodo 2021-2027 è il più grande investimento che l’Europa mette a disposizione delle regioni. E se arrivasse anche il recovery fund, il tema sarà non solo avere le risorse, ma avere le idee per sapere dove impiegarle per essere efficaci. Perché nello spendere male le risorse abbiamo un passato già abbastanza nutrito.

L’incontro tra realtà

La visita al Laboratorio Aperto di piazza Casali, è stata un’occasione per condividere la presentazione di tutte le realtà che hanno sottoscritto il Protocollo insieme al Comune di Piacenza. Sono intervenuti anche i rappresentanti delle sedi cittadine di Università Cattolica del Sacro Cuore e Politecnico di Milano, il Conservatorio Nicolini, i Consorzi Musp e Leap, Rse Spa, Fondazione Its, Fondazione Istituto Trasporti e Logistica (Its), Fondazione Giacomo Brodolini, Rict (cluster Ricerca, Innovazione, Comunicazione e Tecnologia) di Confindustria Piacenza, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea) e Amop, associazione piacentina Malato Oncologico.


Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank