Rugby, Serie B – Al Giuriati il Piacenza risolve anche la pratica CUS

piacenza rugby
Piacenza 24 WhatsApp

Un Piacenza Rugby dai due volti quello visto nella partita di domenica scorsa con il CUS Milano. Un primo tempo con il freno a mano tirato e, come spesso è successo in questi nove turni di campionato, con gli stessi biancorossi a complicarsi la vita. Per quanto dominanti nelle mischie chiuse, che fruttano quasi sistematicamente calci di punizione a favore, il lavoro viene poi vanificato da una imprecisa gestione dell’altra importante fonte di gioco, la touche, dove troppe volte il possesso dell’ovale viene riconsegnato agli avversari.

Anche il peso e la velocità della linea arretrata non riescono ad esprimersi per i tanti passaggi effettuati “da fermo”. Così il primo tempo finisce con “solo” due mete all’attivo e risultato che rimane ancora aperto, grazie anche al CUS squadra apparsa solida, compatta e capace, calciando dietro le nostre linee arretrate, di leggere le difficoltà nell’impostare le ripartenze, complice anche il fatto che spesso il pallone viene lasciato rimbalzare a terra più volte prima di essere recuperato.

Meglio nella ripresa

Nel secondo tempo invece cambia il vento. Il Piacenza diventa più efficace grazie anche ad una miglior tenuta atletica e ad una panchina evidentemente di maggior qualità. Nell’ultimo quarto la svolta, in soli quindici minuti, dal 61’ al 76’, i biancorossi vanno a bersaglio ben quattro volte. Doveroso però specificato che il CUS si trovava in quattordici per un giallo sventolato alla terza linea milanese Galenda.

Da segnalare che sul taccuino dell’arbitro è finito per due volte Lekic. Il primo al 50’ per placcaggio alto mentre il secondo, che si trasforma in rosso, in chiusura di partita. La buona notizia è che il Piacenza arriva alla pausa natalizia con nove vittorie su altrettanti incontri, lasciando un solo punto di bonus offensivo nel match casalingo con il Bergamo, domenica corsaro in terra sarda con un perentorio 40 a 20, terza forza del campionato e squadra che dimostra di essere capace di inceppare la corsa delle due capolista.

Ora meritato riposo natalizio per ritrovarsi poi al Beltrametti il 14 gennaio, ospite la squadra di Recco.

Cus Milano – Piacenza Rugby 14 – 43

CUS MILANO: Ghelli, Osnato, Allodi,Hopp, Anzaghi, Macchi, Ferrari, Boggioni, Fabiani (10’st Fassina), Coppola, MC Allister, Galenda, Erhabor, Parisi (10’st Sagnella), Bona (5’st Carlucci). All: Festa.

PIACENZA RUGBY: Beghi, Botti, Zampedri,Misseroni (28’st FusarPoli), Viani, Cisint, Fermi (23’st Bacciocchi), Cornelli, Lekic, Bilal (1’st Ben Khaled), Roda (18’st Agio), Bonatti, Rapone (18’st Codazzi), Bertelli, Alberti A. (1’st Baccalini) All: Grangetto

Marcatori: 15’ mt Misseroni tr Fermi (0-7); 29’ mt Lekic (0-12); secondo tempo: 7’ mt Cornelli tr Fermi (0-19); 14’ mt Coppola tr Macchi (7-19); 21’ mt Cisint tr Fermi (7-26); 27’ mt Lekic (7-31); 29’ mt Cisint tr Beghi (7-38); 36’ mt Botti (7-43); 40’ mt Bona tr Macchi (14-43)

Radio Sound
blank blank