La Vigor Carpaneto si allena insieme… da casa

vigor carpaneto
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

La Vigor Carpaneto non si ferma: tre sedute settimanali di lavoro fisico in videochiamata collettiva agli ordini dello staff tecnico con gli allenatori Stefano Rossini e Walter Luchetti e il preparatore fisico Pablo Lischetti

E’ passato esattamente un mese dalla sospensione degli allenamenti di squadra, ma i calciatori della Vigor Carpaneto continuano a tenersi in forma, nel rispetto delle regole. I giocatori biancazzurri (protagonisti per il terzo anno in serie D nella storia del sodalizio piacentino), infatti, non si fermano, mantenendo il livello atletico e continuando a vivere lo spirito di gruppo, pur nelle nuove modalità imposte dall’emergenza-Coronavirus.

Così, agli ordini dello staff tecnico guidato da Stefano Rossini (coadiuvato dal vice Walter Luchetti), la Vigor suda… a distanza.

Tre sedute settimanali di lavoro muscolare in videochiamata di gruppo coordinate dal preparatore fisico Pablo Lischetti.

“Attraverso il programma Zoom abbiamo iniziato recentemente a svolgere insieme il lavoro settimanale (di mano in mano aggiornato) che prima i giocatori svolgevano singolarmente e autonomamente a casa. Portiamo avanti questa attività in primis per mantenere lo spirito di gruppo seppur a distanza e anche per farsi trovare pronti a livello fisico nel caso dovesse arrivare la scelta di farci riprendere in futuro i campionati. Ci alleniamo tre volte a settimana, con sedute di circa un’ora ciascuna incentrate di fatto sul lavoro muscolare orientato alla forza, con qualche intermittenza differente, per esempio il salto con la corda. All’inizio questa esperienza era un po’ caotica, ma l’abbiamo perfezionata bene e ai ragazzi piace”.

La situazione in campionato per la Vigor Carpaneto

In campionato, l’ultima partita della Vigor Carpaneto risale allo scorso 16 febbraio con la prestigiosa vittoria casalinga contro la Correggese (2-1), che ha segnato anche il tris di successi consecutivi (una delle testimonianze di un’ottima prima parte di girone di ritorno) che aveva permesso alla squadra di Stefano Rossini di uscire per la prima volta nell’anno dalla zona play out. Dieci, invece, i match che mancherebbero per completare la regular season nel girone D. Il tutto, ovviamente, in attesa delle decisioni federali in merito all’eventuale ripresa dei campionati o in alternativa allo stop, con scelte da compiere per promozioni e retrocessioni.