Bakery alla vigilia della coppa Italia, Campanella: “Ci farà migliorare sotto ogni aspetto” – AUDIO

bakery piacenza

Manca un solo giorno all’esordio della Bakery Piacenza nella fase finale della Coppa Italia 2020/2021. L’evento avrà luogo nelle città di Cervia e Rimini e si svilupperà sulla durata di tre giorni, da venerdì 2 aprile a domenica 4 aprile.

blank

Domani (venerdì, alle 15:00 per la Bakery) il via ai quarti di finale, mentre sabato sarà il giorno delle semifinali. La domenica di Pasqua andrà in scena la finalissima che decreterà il vincitore dell’ambito trofeo. Alla competizione parteciperanno le 8 squadre ad aver vinto ogni girone ad eccezione di Roseto, avversario dei biancorossi, che sarà presente in veste sostitutiva di Fabriano, impossibilitata a partecipare a causa dei molteplici contagi occorsi al proprio roster di giocatori.

La Bakery Piacenza arriva da tre vittorie consecutive ed è pronta ad affrontare questo evento con grande grinta, conscia che potrebbe regalare diverse emozioni. Il coach biancorosso Federico Campanella questa mattina ha rilasciato le ultime dichiarazioni prima della partenza alla volta di Rimini e Cervia.

È arrivato il momento di giocarsi la Coppa Italia in una stagione un po’ diversa dal solito, durante un’annata molto particolare. Cosa significa per la tua squadra questo traguardo?

“È un traguardo importante e prestigioso ma soprattutto conquistato e meritato. È il giusto riconoscimento del lavoro svolto fino ad ora e i giocatori dal primo giorno non hanno mai smesso di allenarsi per regalarsi soddisfazioni come questa. Partecipare ad una competizione tra le attuali migliori otto squadre di Italia è un vero e proprio premio per ciò che abbiamo svolto fino ad ora.”

Essere tra le migliori otto squadre d’Italia è sicuramente motivo d’orgoglio. Come pensi che quest’esperienza impatti sui tuoi giocatori e soprattutto in vista dei playoff?

“Sarà un’esperienza molto importante per i nostri giocatori perché come sappiamo tutti, la nostra è una squadra molto giovane e una, tra le migliori 8, ad avere schierato gli under più frequentemente. Questa esperienza ci aiuterà a prepararci anche in vista dei playoff, con partite da dentro-fuori che anticiperanno solamente ciò che sarà nella nostra seconda parte di stagione. Da allenatore sono contento in modo da avere una base di partenza quando la posta in palio si alzerà.”

Dopo la rinuncia obbligata di Fabriano, domani dovremo affrontare Roseto. Che squadra troveremo al Flaminio? Come pensi possa essere la partita?

“Roseto è una squadra di prima fascia, perdendo solamente una partita nel girone. Valerio Amoroso sarà il pericolo principale, vista anche la sua notevole esperienza, seguito da Lucarelli, Pastore e Ruggiero, vincitore di diversi campionati di categoria. Andremo ad affrontare una squadra ricchissima di esperienza al contrario della nostra ricca di gioventù. Mi aspetto una partita equilibrata – ha concluso l’allenatore – dove la differenza la faranno i dettagli nell’arco dell’intero match”.

Focus su Roseto

Come anticipato da coach Campanella, la Liofilchem Roseto è una squadra che può vantare tra le sue fila tanti giocatori con esperienza e considerati top di categoria. Spicca il nome di un grande ex: Andrea Pastore, in biancorosso nella stagione in Serie A2 nel 2018/19. Ruggiero e Amoroso (40 presenze con la nazionale e anni in Serie A) costituiscono i massimi pericoli per la retroguardia biancorossa. I biancoazzurri attualmente occupano la sesta posizione nel Girone C dopo essersi classificati secondi alle spalle di Fabriano nella prima fase.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank