Lotta allo spreco alimentare, gettiamo nel cestino il 40% del cibo: “La soluzione è la qualità dei prodotti”. In Cattolica il concorso di cucina sostenibile – AUDIO

Quarta edizione del concorso di cucina sostenibile ed antispreco, con una edizione speciale, quella del 2022, dedicata al cibo che si può a diverso titolo conservare. L’evento è parte della giornata dedicata al contrasto allo spreco alimentare organizzata all’Università Cattolica, incontro che ha visto come ospite speciale Alfonso Iaccarino, chef e titolare del Don Alfonso 1890. La giornata è iniziata infatti con un talk in cui i Professori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Lucrezia Lamastra e Ettore Capri, hanno offerto spunti di riflessione per una transizione alla sostenibilità per le attuali e le future generazioni.

“E’ un argomento delicato, pensiamo che il 40% del cibo totale che produciamo viene perso. Viene perso nei luoghi di stoccaggio e produzione, ma anche nelle nostre cucine. E noi italiani siamo tra i primi al mondo a sprecare. Forse manca una educazione e una moralità su come approcciarsi al cibo”, spiega Capri.

blank

E’ la scelta della materia prima quella che ci può portare a una riduzione degli sprechi. La qualità della materia prima è il prodotto buono da mangiare, quello che purtroppo costa di più. Ma costa di più perché viene adottato un processo produttivo che mira proprio a ridurre le perdite alimentari in fase di produzione”.

In sostanza, quando si spende tanto per un alimento non lo si butta via, quando si risparmia ci si sente meno in colpa.

La gara di cucina sostenibile

Nel pomeriggio, la gara di cibo da asporto sostenibile. Erano tre le categorie in gara (futuri chef, che professionisti, chef di casa), con quattro finalisti per ciascuna delle tre. I finalisti si sono sfidati presentando una ricetta che nella fase finale, quella prima del consumo, richiede esclusivamente il riscaldamento. Si tratta quindi di ricette adatte ad essere portate al lavoro o essere usate come asporto. Il vincitore è stato selezionato da una giuria di riconosciuti esperti di sostenibilità e di cucina, e presieduta, come dalla prima edizione dallo Chef Giancarlo Morelli. Insieme a lui Filippo Sinisgalli – Executive Chef Palato Italiano, KaiserKrone, Pock di Bolzano; Bruno Ruffini – Chef ALMA; Paola Gazzolo – Agenda 2030 Gabinetto della Presidenza della Regione Emilia Romagna; Annamaria Pellegrino – Presidente Associazione italiana Food Blogger; Simona Vitali – Giornalista di Sala & Cucina, Magazine di accoglienza e ristorazione.

I vincitori del concorso

Per la categoria “Futuri chef” hanno vinto Gabriele Giverti e Kevin Baraero con cannolo ricotta e spinaci.

blank

Per la categoria “Chef di casa” ha vinto Angela Bellinzona, con “cheesecake fredda ai cachi…a modo mio”.

blank

Nella classe “Chef professionisti” ha trionfato Dimitri Hurding, con “Benvenuto sostenibile”.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank