Dipendenti infedeli rubavano alla propria ditta di trasporti, tre arresti e sei denunce. In pochi anni furti per 200 mila euro

Piacenza 24 WhatsApp

Nella prima mattinata del 22 novembre i Carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola d’Arda, supportati da quelli delle Compagnie di Piacenza e Cremona hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dall’Autorità Giudiziaria di Piacenza a carico di tre soggetti (due di nazionalità ecuadoriana ed un dominicano) gravemente indiziati dei reati di furto e ricettazione.

Dipendenti infedeli

I tre sono finiti agli arresti domiciliari a seguito dei gravi indizi raccolti in relazione ad una serie di furti dagli stessi commessi nel periodo 2019-2021 a danno di una ditta di logistica e trasporti della provincia (FERCAM spa di Caorso), approfittando della loro qualità di dipendenti e autotrasportatori, poi rivelatisi infedeli.

La merce sottratta, di varia natura – da apparecchiature hi-tech quali tablet e smartphone e loro accessori, ad abbigliamento e scarpe – ammonta nel complesso ad un valore di circa 200.000 euro, parzialmente recuperata.

Le indagini

Le indagini, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Piacenza e a cura del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fiorenzuola d’Arda, hanno permesso di individuare i responsabili. Non solo, anche di ricostruire una rete di stoccaggio, custodia e smistamento dei beni oggetto di furto che i soggetti immettevano, per la rivendita, in circuiti commerciali clandestini, anche esteri, con particolare riguardo al mercato ecuadoriano. Il tutto tramite terzi compiacenti e collaboranti a vario titolo, in tutto altre 6 persone di nazionalità sudamericana e italiana, denunciate in stato di libertà.

I tre, che si trovano ristretti presso le rispettive residenze, dovranno pertanto rispondere di furto e ricettazione.

Radio Sound
blank blank