Sciopero, Cgil e Uil: “Oltre 600 persone in piazza per chiedere aumento dei salari, lotta al precariato e diritto al futuro” – FOTO

blank
Piacenza 24 WhatsApp

“Oltre 600 persone in piazza con Cgil e Uil a Piacenza per lo sciopero generale della scuola, trasporti e logistica e del pubblico impiego e della sanità”. E’ il bilancio della mattinata di mobilitazione che ha visto scendere in piazza, a Piacenza, come in tutta Italia, i sindacati. Aumento dei salari, allargamento dei diritti, pensioni, qualità dei servizi e lotta al precariato; stop all’autonomia differenziata e il “diritto al futuro” chiesto a gran voce dagli studenti, in piazza Cavalli insieme alle confederazioni. Questi i temi della mattinata

“Questa la cornice di una manifestazione partecipata e colorata, con musica e comizi nella prima parte, conclusa sotto le finestre del palazzo del Governo sul territorio”.

Alle 11 si è snodato un corteo aperto dallo striscione “Adesso basta”, con i loghi di Cgil e Uil Piacenza, arrivato in prefettura dove una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto Paolo Ponta. Nel frattempo, un flash mob per la pace per chiedere un immediato cessate il fuoco a Gaza, in Ucraina e nei teatri di guerra del mondo: quattro “salme” coperte da un lenzuolo bianco, con sopra le bandiere di Palestina, Israele, Ucraina e della Pace, silenzio attorno e poi il grido: “Pace, pace, pace”.

Appuntamento il 24 novembre con lo sciopero generale degli altri settori, dal commercio alle “tute blu”, passando per agricoltura, chimica, comunicazione, edilizia e tutti i settori non coinvolti dalla mobilitazione odierna.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank