Serata di musica e parole comiche il 14 gennaio per la Rassegna “Rido, Sogno e Volo” di Manicomics

Rassegna "Rido, Sogno e Volo" di Manicomics

Sabato 14 gennaio alle ore 18 al Teatro Open Space 360° si tiene “COWN POWER – DISSERTAZIONE SUL CLOWN IN CONCERTO”. Un evento di e con GIANLUCA GROSSI e MASSIMO LOCURATOLO con la partecipazione straordinaria di LUCIANO MACCHIA, moderatori Mauro Mozzani e Rolando Tarquini.

blank

Una serata di musica e parole comiche: il clown e le sue anomalie visionarie, uno sguardo di bimbo sulle storture della società, sguardo che diverte, che incanta, che cura. I due artisti, educatori, che hanno condotto un dialogo intelligente e mai stanco con i giovani e i meno giovani, si confrontano ed intrecciano in un dialogo di musica, parole ed immagini, ripercorrendo le origini del clown contemporaneo fino a noi…a cuore aperto. Modera Mauro Mozzani di Manicomics Teatro.

MASSIMO LOCURATOLO Dal 1987 progetta e organizza in Liguria rassegne di clownerie e cabaret. Storico del genere comico, tiene conferenze e seminari in istituzioni e scuole di teatro in Italia, Spagna, Germania e Svizzera. Pubblica Invito al cabaret (2003) e la traduzione della biografia di Grock, La mia carriera di clown (2006). Dal 2006 scrive per Circo articoli dedicati ai clown del ’900, con traduzioni originali e saggi dedicati alla clownerie moderna. Consulente di ricerca e documentazione del Centro Educativo di Documentazione delle Arti Circensi – Verona. Dal 2004 al 2009 è stato consulente scientifico di Festival Grock – Imperia.

GIANLUCA GROSSI – Il Professore con la chitarra – Giornalista, scrittore e cantautore di Agrate Brianza, Gianluca Grossi ha realizzato il saggio di etnomusicologia “La musica dell’Assenza” (Arcana, 2012), con prefazione di Vinicio Capossela e “Guida alla musica francese” (Odoya, 2014). Ha pubblicato due romanzi, “Laila” (Il Rio, 2014) e “Il sangue nero degli zingari” (Officine Gutenberg, 2015). Suoi scritti di narrativa e poesia sono stati diffusi da varie riviste letterarie fra cui Inchiostro, Writers Magazine, Nugae, Prospektiva, Poesia, ottenendo diversi riconoscimenti. In campo musicale, dopo aver dedicato dieci anni allo studio della chitarra classica, ha iniziato l’attività di cantautore dando alle stampe (fra demo e dischi regolarmente prodotti), una dozzina di lavori; ha composto circa 250 canzoni e “prestato” vari brani ad altri artisti (Matrioska, Luigi Pecere, Prima Corsia) fra cui “Lezioni di mineralogia“, secondo alcuni utenti internet, “fra le più belle canzoni d’amore italiane”. Si è esibito in oltre duecento concerti. Nel 2008 arriva secondo al Premio D’Anzi con la canzone “Era Milano“; si esibisce al Teatro Smeraldo e subito dopo è contattato da Davide Van De Sfroos per partecipare a un paio di date del Davide Van De Sfroos Show. Laureato in scienze naturali, da anni si occupa di giornalismo scientifico: è autore del blog “Spigolature scientifiche” (contenente oltre un migliaio di articoli) e la sua firma è apparsa sui più autorevoli giornali italiani (Corriere della Sera, Il Giorno, L’Unità, Il Giornale, Airone, Newton, La Macchina del tempo). Per tre anni ha diretto il quotidiano “Milanoweb”, circostanza che gli ha permesso di intervistare alcune fra le figure più in vista del panorama artistico nazionale (Renato Pozzetto, Angelo Branduardi, Alda Merini, Nanni Svampa…).

blank

LUCIANO MACCHIA  è trombonista, crooner e conduttore radiofonico. Nel 2017, dopo una lunga carriera che va dalla musica classica (trombone aggiunto al Teatro alla Scala e primo trombone dell’Orchestra Sinfonica Friuli Venezia Giulia) al pop-rock (fonda con Raffaele Kohler la band milanese Ottavo Richter e nel contempo incide dischi e partecipa a tournée con Afterhours, Dente, Niccolò Fabi, Vinicio Capossela, Banda Osiris), incide il suo primo album da crooner “TWIST O ROCK AMMERICANO”. Nel 2019 esce il singolo “La banda”, una fotografia delle emozioni ritrovate durante la sfilata di una banda di paese. Nel maggio 2020 pubblica il disco “Live in Milano”, registrato durante un concerto tenuto a Milano nel settembre 2019. Durante il primo lockdown del 2020 esce con il singolo “Al mare ci vado da solo” , canzone che è entrata nella classifica TOP 100 ESTATE DELLA INDIE MUSIC LIKE del MEI 2020. Nel lockdown del 2021 compone la musica per gli endecasillabi del prof alla chitarra Gianluca Grossi dando vita alla canzone “Notti di spettri”. A Settembre 2021 è uscito il suo ultimo lavoro discografico “L’estate che va”, composto da 9 canzoni originali e dal sound malinconico e sfumature legate alla terra d’origine, la Basilicata. Luciano Macchia è anche docente di trombone presso il Conservatorio di Pavia. Come da buona tradizione “crooner”, l’artista dal vivo, ripropone vecchi successi della canzone italiana, alternati da brani originali e brani tradizionali, tutto in chiave ska / rocksteady.

http://www.gianlucagrossi.net/it/biografia

https://www.lucianomacchia.com

INFO e prenotazioni +39 3331741885 – info@manicomics.it

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank