Assigeco Piacenza, sbancata anche Treviglio (85-93): missione salvezza quasi completata

assigeco piacenza

Una vittoria di squadra se ce n’è una che può esemplificare al meglio questo concetto. L’Assigeco Piacenza manda cinque uomini in doppia cifra al PalaFacchetti di Treviglio e ottiene due punti che le valgono il terzo successo consecutivo dopo quelli ottenuti contro Capo d’Orlando e Bergamo. Con un ottimo ultimo periodo i biancorossoblu si sono imposti per 93-85 nel recupero dell’undicesimo turno di andata.Una vittoria di squadra se ce n’è una che può esemplificare al meglio questo concetto. L’Assigeco Piacenza manda cinque uomini in doppia cifra al PalaFacchetti di Treviglio e ottiene due punti che le valgono il terzo successo consecutivo dopo quelli ottenuti contro Capo d’Orlando e Bergamo. Con un ottimo ultimo periodo i biancorossoblu si sono imposti per 93-85 nel recupero dell’undicesimo turno di andata.

blank

La cronaca del match

Molinaro segna dalla media il primo canestro della gara, cui risponde subito Borra sul fronte opposto. Sabatini infila la tripla, Borra schiaccia e i ritmi sono altissimi quando lo stesso centro di Treviglio ferma irregolarmente il tentativo di schiacciata di Molinaro che però sbaglia i personali: 5-4 Assigeco al 3’. Le mani delle due squadre si raffreddano sensibilmente e la parità permane fino ad uno sprazzo di Frazier per il 14-9 locale al 7’. L’Assigeco si riaccende e un gioco da tre punti di Carberry riporta i biancorossoblu avanti 18-16 al a 1’ dalla prima sirena. Dopo il 18 pari del primo quarto, la tripla di Cesana spariglia le carte (21-24) e 4 punti consecutivi di Carberry costringono Cagnardi a fermare con un timeout la mini-fuga Assigeco: 21-28 al 13’. Due azioni dopo è coach Dalmonte a fermare tutto, visto che le triple di Sardo e Pepe riportano i padroni di casa a stretto contatto. Carberry piazza una tripla, McDuffie infila un fade-away da favola e Piacenza torna avanti 34-29 dopo un libero di Molinaro a 3’ dall’intervallo lungo.

Secondo tempo

Dopo il 39-36 per l’Assigeco all’intervallo, Carberry, Molinaro e la tripla di Sabatini scrivono il +10 piacentino dopo 23’: 46-36. Formenti graffia da campione (49-38), ma i padroni di casa con due traccianti di Pepe abbinati al contropiede di Frazier e al canestro di Nikolic riaprono tutto (52-53) al 26’. L’equilibrio continua a regnare sovrano fino agli 8 punti consecutivi realizzati da Giovanni Poggi che lanciano Piacenza sul 77-72 al 34’. McDuffie converte il gioco da tre punti dopo il fallo duro di Pepe e porta l’Assigeco a +8 a 3’30” dalla fine, quindi Pepe mette la quinta tripla della sua partita cui risponde Sabatini con la quarta su sei tentativi: 89-81 a 2’25”. L’ultimo minuto vede i biancorossoblu molto concentrati, soprattutto Poggi, che prende il rimbalzo offensivo che vale la partita. Finisce 93-85 per i biancorossoblu.

Commenta a caldo coach Lorenzo Dalmonte

“Sono molto contento perché venire su un campo come questo e mandare cinque uomini in doppia cifra, un giocatore a 9 punti e uno a 7 non è cosa da poco. Aggiungo che questa è l’identità che vorremmo sempre avere. Abbiamo ottenuto una vittoria di squadra, ma non riesco ad essere completamente contento perché ho in mente alcuni errori banali nel terzo quarto che dovremo sicuramente limare. Dedica particolare? Sicuramente qui a Treviglio stasera mancava una persona e quella persona è Franco Curioni”.

Coach Stefano Salieri, in accordo con la società, è rimasto ancora precauzionalmente a casa. Rassicuriamo tutti i tifosi sulle sue condizioni con l’auspicio di rivederlo presto in panchina.

BCC TREVIGLIO-ASSIGECO PIACENZA 85-93

(18-18, 18-21, 27-26, 22-28)

Treviglio: Sarto 11, Nikolic 16, Reati 4, Corini ne, Bogliardi, Manenti ne, Tourè ne, Ancellotti 8, Frazier 24, Pepe 15, Lupusor, Borra 7. All. Cagnardi

Piacenza: McDuffie 16, Voltolini ne, Poggi 9, Molinaro 7, Formenti 13, Sabatini 15, Gajic, Guariglia 11, Massone, Carberry 16, Cesana 6. All Dalmonte

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank