Scherma, Pettorelli: buono l’esordio dei figli d’arte Bossalini e Monaco

pettorelli

Carnago, apprezzate le prove di tutti gli atleti del Pettorelli. E a Ginevra pedana internazionale per Elena Perna, inserita nel Torneo satellite della Coppa del mondo

Week-end di lavoro per gli spadisti piacentini impegnati nelle rispettive categorie (GPG e OPEN) del 5° Trofeo di Carnago (Varese) accompagnati dal presidente del Pettorelli Alessandro Bossalini.

Nelle prove assoluti apprezzabili prestazioni di Marta Nocilli (16ª) e Francesco Curatolo (17°) fermati in corsa da concorrenti agguerriti. Nella categoria maschietti, esordio dei figli d’arte Andrea Bossalini (7°) e Valentino Monaco (13°). Bossalini passata la fase preliminare (4-2) ha battuto di slancio 10-3 Tombolini (Varese) e 10-3 Palumbo (Varese) fermandosi 5-10 nell’incontro con il milanese Perrone. Percorso simile quello di Monaco, che ha avuto ragione 10-7 di Foiadelli (Bergamo) cedendo per una sola stoccata, 9-10, al milanese Cavaliere.

Per la categoria ragazzi-allievi, il miglior piazzamento è arrivato da Michele Baldrighi 10°, seguito da Cesare Campione 21° e Arianna Paganini 28ª. Intanto, al Torneo Satellite di Coppa del mondo FIE, a Ginevra, accompagnata dal maestro Francesco Monaco è scesa in pedana Elena Perna, tra le spadiste autorizzate nel Circuito. Buona apertura nei gironi preliminari, dove Perna ha totalizzato 5 vittorie e una sconfitta. Nelle eliminatorie, la piacentina si è confrontata con la svizzera Maria Sapin-Dornacher, che è riuscita a contenere e inseguire fino alla terza frazione. Rush finale per la svizzera, che ha chiuso 15-12. Prima esperienza estera di rilievo per Elena Perna che ha concluso 34ª.