“William e i suoi amici hanno creduto nella mia musica, ora farò del mio meglio per portare in alto il loro ricordo” – AUDIO

blank

William ha creduto in me e se oggi riesco a portare avanti la mia passione è grazie a lui”. Federico è un giovanissimo musicista, 17 anni. Una passione smisurata per la musica urban e hip hop fin da piccolo. E nonostante la giovane età ha deciso di iniziare il proprio percorso artistico dando sfogo al proprio talento. Una passione che lo ha portato a conoscere Domenico Di Canio, William Pagani e Costantino Merli, i tre amici rimasti vittime del tragico incidente nel fiume Trebbia a Calendasco. Insieme a loro Elisa Bricchi, fidanzata di Costantino. Anche Domenico, William e Costantino erano appassionati di rap e trap, passione che avevano concretizzato in due modi: suonando la propria musica e supportando gli artisti emergenti attraverso una casa di produzione gestita in particolare da William Pagani. E proprio a William Pagani, Federico deve tanto. Proprio per questo ha contattato la redazione di Radio Sound 95, per spiegare chi erano quei tre ragazzi che hanno creduto in lui, dandogli la possibilità di emergere.

“Tre anni fa ricevetti un messaggio su Instagram da parte di William: Bravo, abbiamo ascoltato qualcosa di tuo e ci piace molto. Alcuni giorni dopo andai nel suo studio, ho fatto un po’ di freestyle con loro e da lì è iniziato il nostro percorso insieme e la mia attività di musicista. Sia ben chiaro, io non mi reputo nessuno, però da quel giorno faccio del mio meglio per portare in alto la mia carriera e da quel tragico incidente lo voglio fare anche per portare avanti il loro lavoro”.

blank

William aveva uno studio di registrazione, domestico ma molto professionale. E proprio in quello studio permetteva agli artisti piacentini (e non solo) di esprimersi al meglio.

“La musica è sempre stata la mia passione, amo quando le persone si rispecchiano in quello che scrivo. A Piacenza purtroppo non c’è un grande supporto agli artisti, anche perché quando racconti cose che non vivi perdi di credibilità e a Piacenza non c’è ancora un artista che sia supportato realmente dalla città, quindi sto arrivando anche a quello. Anche per questo William, Domenico e Costantino mancheranno tantissimo”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank