Sanremo 2024, la Bertè trionfa nella prima serata. Boom di ascolti: oltre 10 milioni di italiani seguono il Festival 

Sanremo 2024 boom di ascolti
Piacenza 24 WhatsApp

Sanremo 2024, Loredana Bertè trionfa nella prima serata. Ancora boom di ascolti, oltre 10 milioni di italiani seguono il Festival.  Rimane dunque in voga il classico rito di riunirsi per commentare belle e brutte canzoni, stonature e look azzardati. I nonni sono pronti dalle 19 per assistere allo spettacolo e come ogni anno alle 21.30 arrabbiati decidono di spegnere la tv dicendo di aver visto abbastanza e ricordando i tempi passati, con un pizzico di nostalgia per quelli che definisco i “veri cantanti”. Bella o brutta, la manifestazione resta una tradizione irrinunciabile, amplificata negli ultimi anni anche dai commenti sui social o via chat che riducono la distanza tra amici e parenti. C’è poi chi commenta Sanremo senza guardarlo, ma anche questa è una prassi che fa parte dell’all inclusive della manifestazione. 

Casa di Cura

Speciale Sanremo 2024

Musica, artisti, ospiti e curiosità. Tutto sul festival della canzone italiana.
On-Air su Radio Sound alle ore 8, 12, 13.30, 15, 18
e domenica 11 febbraio dalle 8 alle 13.

In collaborazione con

Leggi anche:

Commento della prima serata

La prima serata risulta piacevole, ci sono brani interessanti e un giusto mix di stili. Un po’ forzate le scenette di Amadeus con il maestro d’orchestra, Ibra e Fiorello, meglio Mengoni che sembra essere a suo agio in ogni ruolo. Il problema rimane come sempre l’orario. Infatti a mezzanotte e quaranta mancano ancora 10 brani in gara e la stanchezza non si combatte nemmeno a forza di caffè ristretti. 

Ascolti

Numeri ancora molto alti per il quinto Festival di Amadeus. La prima serata è stata seguita da 10 milioni 561mila telespettatori con il 65.1% di share. L’anno scorso il dato era stato di 10 milioni 758mila telespettatori con il 62.5% di share. Un altro trionfo, potrebbe far cambiare idea sull’addio al timoniere delle ultime cinque edizioni?

Casa di Cura

Classifica

La graduatoria vede al primo posto Loredana Bertè seguita dalla sorprendente Angelina Mango e da Annalisa regina ormai del tormentone. Al quarto posto si piazza il bravo Diodato e al quinto Mahmood. Peccato non vedere Gazzelle nella top five. 

Le pagelle serata dopo serata

Clara, Diamanti grezzi: voto 7. Pezzo giovanile ma coinvolgente al punto giusto, quindi destinato a piacere a tutti. Lei molto bella e questo non guasta. 

Dai social: bravissima, bella la voce, la musica, il testo ed eccellente il vestito. Apertura a bomba.

Sangiovanni, Finiscimi: voto 5. Al primo ascolto risulta noiosa e simile a tante altri brani degli ultimi anni. Vediamo se con qualche riascolto può risalire.

Casa di Cura

Dai social: lo sa solo lui che parole ha detto. 

Fiorella Mannoia, Mariposa: voto 8. La classe non è acqua e la canzone è bella. Gli ingredienti della ricetta sono perfetti e non c’è nulla che non sia al posto giusto.

Dai social: può cantare anche la lista della spesa. Meravigliosa.

La Sad, Autodistruttivo: voto 5. Va bene il tema, ma non c’era di meglio musicalmente tra gli scartati, visto che tra gli assenti si vocifera ci siano Fabrizio Moro e Max Gazzè?

Dai social: si sono presentati come “cattivi” e duri ed invece sono stati gattini teneri.

Irama, Tu no: voto 6. Ha fatto un puzzle dei pezzi fatti in precedenza, mescolato tutto, ed è nata la canzone per Sanremo 2024. Gioco da ragazzi.

Dai social: era la cover di ovunque sarai?

Ghali, Casa mia: voto 7. Interessante ma basta con questo autotune. Il pezzo funzionerà a casa mia, casa tua ma che differenza c’è. 

Dai social: bravo, ho 63 anni, non lo conoscevo. Ora lo conosco.

Negramaro, Ricominciamo tutto: Voto 5,5. Da anni sempre troppo uguali a se stessi, forse non hanno.

Dai social: il mio gatto è scappato al primo vocalizzo.

Annalisa, Sinceramente. Voto 5,5. Solita ricetta di brani che portano al ricordo delle hit degli anni 80 dei Ricchi e Poveri, dovranno chiederle i diritti?

Dai social: brano da bimbomix, piacerà a molti per inerzia.

Mahmood, Tuta gold: voto 6,5. Piacevole, sembra molto più maturo rispetto ai precedenti Festival, dove ha vinto con brani più facili rispetto a questo. 

Dai social: look perfetto, quando finisce la serata va a pescare.

Diodato, Ti muovi: voto 7,5. Piacevole come tutte le ultime cose fatte da questo cantautore dell’ultima generazione.

Dai social: Diodato sa scrivere musica e sa cantare, senza lagne, autotune e miagolii.

Loredana Bertè, Pazza. Voto 7,5. Noi siamo pazzi di lei e lo eravamo anche quando la odiavano in tanti. Il brano autobiografico funzionerà. 

Dai social: sei la nostra Tina Turner, icona pazzesca.

Geolier, I p’ me, tu p’ te. Voto 5. Quando si ascolta questo brano si ha voglia di non sentirlo mai più. Una monetina per un desiderio.

Dai social: era il pezzo di Lazza in napoletano?

Alessandra Amoroso, Fino a qui: voto 5. Perché piange quando canta? Fino a qui…non convince.

Dai social: poteva continuare a mantenere il primato di non essere mai stata a Sanremo.

The Kolors, Un ragazzo una ragazza: voto 7. Un brano che sentiremo fino alla chiusura dell’ultimo ombrellone a fine settembre. Per quest’anno non cambiare, stesso italo, stesso disco. 

Dai social: e salirò…salirò…salirò

Angelina Mango, La noia: voto 8. Brava e fa venire voglia di ballare e di andare a una festa anche al tipo più noioso del mondo.

Dai social: canzone difficilissima e lei ha anche una voce particolare: è proprio brava questa ragazza!

Il Volo, Capolavoro: voto 5. E di colpo parte la macchina del tempo e si torna al Festiva del 1974.

Dai social: canzone perfetta per una colonna sonora di un film della Disney!

BigMama, La rabbia non ti basta: voto 6,5. Lei molto tenera, testo interessante pezzo che potrebbe crescere ascolto dopo ascolto. 

Dai social: Testo molto forte !!! Attuale ! E toccante !

Ricchi e Poveri, Ma non tutta la vita: voto 4. Un pezzo talmente trash che se la gioca con Hop hop somarello di Paolo Barabani del 1981. Se qualcuno ha coraggio, magari su You Tube lo recupera. 

Dai social: Chi sene frega, finalmente un po’ di heavy metal a Sanremo…

Emma, Apnea: voto 7. Pezzo orecchiabile di quelli amati da Amadeus, sarà un successo. Sulle tracce di Lazza. 

Dai social: benvenuti al Festivalbar!

Nek e Renga, Pazzo di te: voto 5. Due bravi artisti in un momento di poca ispirazione artistica. Ritenta, sarai più fortunato.

Dai social: più antichi dei ricchi e poveri.

Mr Rain, Due altalene voto 6. Molto, anzi troppo, simile a quella dell’anno scorso. L’effetto copia e incolla potrebbe danneggiarlo.

Dai social: finalmente senza bambini, prox passo senza auto-tune.

Bnkr44, Governo punk: voto 5. Per me è un no

Dai social: ascoltare i miei gatti miagolare è più piacevole.

Gazzelle, Tutto qui: voto 9. Forse l’unico pezzo che ha le carte per essere ascoltato anche tra qualche anno. Lui è bravo e ha già molto seguito.

Dai social: il piccolo Noel Gallagher italiano bel sound.

Dargen D’Amico, Onda alta voto 7. Testo impegnato su base allegra, bravo a spiazzare tutti.

Radio Sound
blank blank